L’app BioNike per scattare selfie d’autore

31 gennaio 2015 Nessun commento

Bionica lancia su App Store l’applicazione “Selfie D’Autore”, che ti permette di scattare immagini ispirate alla storia dell’arte. BioNike Selfie d’AutoreLa Fabbrica Societa’ a responsabilita’ limitataCategoria: IstruzioneGratis Selfie d’Autore è associata al progetto di educazione alla salute “Acteen – Piacersi a pelle”, a cui partecipano oltre 700 licei italiani. Potrai scattare selfie con filtri ispirati alle correnti artistiche Puntinismo, Impressionismo, Espressionismo, Pop Art e Avanguardie, e condividere tutto su Facebook, Instagram e via email. Tramite like è possibile far conoscere una foto nella community di BioNike, dove troverai anche tanti approfondimenti su correnti artistiche, scienza e cura del corpo. L’app è gratuita.

Source

Tag:

Date una carica al vostro smartphone con il nuovo Power Bank Lipstick

31 gennaio 2015 Nessun commento

A chi non è mai capitato di essere in giro e avere il proprio smartphone scarico? Soprattutto a chi è mai capitato questo proprio mentre doveva mandare una mail urgente o ricevere una chiamata importante? Oggi vi presenteremo un nuovo Power Bank che non solo vi ricaricherà il vostro smartphone, ma che vi salverà anche da possibili situazioni scomode.

Colore e massima affidabilità per le innovative proposte firmate AREA, nuovo brand italiano nato dall’esperienza e dal know how dello Staff di General Car, società specializzata in accessori per smartphone e tablet.
Un po di storia
GENERAL CAR nasce nel 1981 focalizzandosi sul mercato dell’automotive. In 30 anni di attività e di crescita costante, l’azienda ha dimostrato grande flessibilità, diversificando il proprio core business ed adattandosi alle esigenze del mercato. Successivamente GENERAL CAR ha esteso le proprie competenze nell’ambito degli accessori per la telefonia cellulare e tablet proponendo un’offerta completa, che spazia dai marchi propri alla distribuzione per conto di vendor dalla notorietà mondiale. Nel 2009 l’azienda ha sviluppato CallandClick, un sito web con un catalogo on-line di oltre 9.000 referenze dei marchi più prestigiosi della telefonia e dell’elettronica di consumo. Oggi GENERAL CAR propone un catalogo completo di: accessori automotive, ricambi per cellulari e tablet, accessori originali per cellulari e tablet, accessori After Market con marchi propri e in distribuzione. Recentemente l’azienda ha lanciato AREA, il proprio marchio dedicato agli accessori per smartphone e tablet.
La confezione
Grazie alla confezione avremo modo di visualizzare subito ciò che stiamo andando a comprare e il suo contenuto. Sul fronte troviamo una scatola trasparente che ci mostra il fantastico design del prodotto insieme a tutte le sue caratteristiche tecniche. Sul retro una breve presentazione del modello, che spiega il motivo della sua creazione,  i colori disponibili e una visione del cavo usb in dotazione.

Dunque nella confezione troveremo:

PowerBank Area Lipstick
Cavo

Source

Tag:

iPhone 6 a confronto: uno ha 2GB in meno di spazio. Perché? – iPhoneItalia Q&A #421

31 gennaio 2015 Nessun commento

Continuano gli appuntamenti con “iPhoneItalia Q&A”, la rubrica interattiva dedicata a tutti i nostri lettori. Ricordiamo che “iPhoneItalia Q&A” nasce con l’intento di diventare un piccolo spazio riservato ai lettori del nostro blog, i quali potranno inviarci domande, dubbi o semplici curiosità che potranno essere condivise con l’intera community del sito. La domanda di oggi ci viene posta dal nostro lettore Daniele: Ciao Andrea. Avevo bisogno di una spiegazione…posseggo un iPhone 6 da 16 GB, che ho comparato con un altro iPhone6 di un mio amico sempre da 16 GB, ed ho notato che pur avendo la metà delle sue applicazioni installate, la metà delle sue foto e la metà dei suoi brani ho meno memoria di lui! Si parla di differenza di ben 2 GB. Sapresti dirmi come mai? Ciao Daniele. Di sicuro avrai installato qualcosa in più del tuo amico, magari senza rendertene conto, che ha occupato spazio sul tuo iPhone. Potrebbe trattarsi, ad esempio, degli aggiornamenti software eseguiti tramite OTA (direttamente dal dispositivo) e non cancellati – occupano spazio su disco – piuttosto che di un jailbreak (non so se l’hai fatto chiaramente) mal rimosso, ossia senza ripristino in DFU. Qualche motivo alla base c’è, quindi se non riesci a capirlo direttamente, con un bel ripristino in modalità DFU tutto tornerà alla normalità. Se chiaramente decidi di procedere così, non dimenticare di fare un backup tramite iTunes prima di procedere! Partecipare ad “iPhoneItalia Q&A” è molto semplice: basta inviare una mail a segnala@iphoneitalia.com, inserendo nel campo oggetto la voce “iPhoneItalia Q&A”. Tutti i messaggi che ci invierete verranno attentamente selezionati e quelli più interessanti saranno condivisi in maniera propositiva su iPhoneItalia. Nota: visto l’elevato numero di email ricevute, assicuriamo una risposta alle vostre domande in minimo 1-2 settimane, in modo tale da fornire un’assistenza puntuale a tutti

Source

Tag:

Il Dizionario LIS sul tuo iPhone

31 gennaio 2015 Nessun commento

Grazie a questa applicazione avrete la possibilità di avere su iPhone il DVD del Dizionario Bilingue della Lingua dei Segni Italiana, risultato di più di 10 anni di ricerche da parte di un gruppo di lavoro composto da Mauro Mottinelli, Emilio Insolera ed Elena Radutzky e realizzato nel 2001 da Edizioni Lismedia – Euromedia. Dizionario LISEuromedia SrlCategoria: Istruzione19,99 € I segni in movimento è l’unico Dizionario che permette la visione della corretta esecuzione di ogni segno e migliora l’apprendimento del lessico in LIS. Il valore scientifico di questo Dizionario deriva dalla quantità delle informazioni che accompagnano i filmati dei segni: altri significati, eventuali note, sinonimi e varianti relativi alla parola cercata. A differenza di molti altri prodotti in circolazione, I segni in movimento è un vero e proprio dizionario per la quantità e la qualità delle informazioni incluse: parole equivalenti in lingua italiana, sinonimi e varianti fonologiche in LIS, note che riguardano i contesti d’uso e altre informazioni supplementari. Questa app è concepita per essere sempre in evoluzione e ampliamento, in quanto saranno regolarmente pubblicate numerose appendici di aggiornamento per arricchire ulteriormente l’opera. La prima valorizzerà il dizionario con nuovi vocaboli di uso comune e con oltre 500 filmati di frasi di contesto, utili a collocare i segni all’interno di un contesto linguistico e culturale appropriato. In seguito saranno pubblicate regolarmente delle appendici tematiche, indirizzate sia ai bambini che agli adulti. L’interfaccia dell’applicazione è pienamente accessibile grazie alla funzione di ricerca dei segni: digitando la parola in italiano nella barra di ricerca potrai visualizzare il video del segno corrispondente. I segni sinonimi sono ordinati secondo il grado di diffusione della variante. Sono riportate anche alcune varianti regionali dei segni più conosciuti. A seguire, il pulsante “Informazioni” permette di visualizzare un riquadro con tutte le informazioni supplementari: altri significati, eventuali note, sinonimi e varianti

Source

Tag:

Comex al lavoro sul Substrate di iMods

31 gennaio 2015 Nessun commento

A dicembre abbiamo avuto modo di dare uno sguardo ad iMods, un’alternativa all’ormai vecchio (ma non per questo inefficiente) Cydia. iMods non è altro che uno store alternativo che ha le stesse caratteristiche di Cydia ma con un cambiamento drastico a livello grafico, rendendolo più idoneo a un’interfaccia come quella di iOS 8. Attualmente questo store alternativo non può essere installato sui propri iDevice jailbroken, ma il team di iMods ha detto che presto verrà rilasciata la versione beta.

Recentemente è emerso che Comex, autore di JailbreakMe, sta lavorando su un’alternativa al Substrate di Cydia chiamata Substitute che sicuramente verrà integrato in iMods.
Molti di voi si staranno chiedendo: “Che cosa è il Cydia Substrate?”. La risposta è semplice. Il Cydia substrate è ciò che permette ai tweak di funzionare e agli sviluppatori di integrare nuovi tweak nello store. L’uso del Substrate è altamente sconsigliato per tutti coloro che non conoscono ancora bene questo mondo dato che è il cuore del Jailbreak.
Ma quindi perchè Comex ha deciso di lavorare ad un substrate alternativo se già esisteva? La risposta anche in questo caso è “semplice”: l’attuale substrate è close source mentre Comex è un forte sostenitore dell’open source.
Così sembra che Comex abbia deciso di unirsi al gruppo di iMods, un po perchè la politica è la stessa, ma sembra che questo sia stato dovuto soprattutto alla concorrenza e alla voglia dimettersi in gioco.

Ma quali sono le differenze tra il Substitute e il Substrate ?
Di seguito ciò che ci riserva il Substitute:

Software libero, così si può effettivamente utilizzare il codice e riadattarlo a qualsiasi sistema diverso da iOS o Android.
Identificate se una funzione è troppo breve per la patch.
Migliorie con il disassembly che permetteranno di migliorare il proprio codice.
Le API ritornano un codice d’errore
Alcune funzionalità aggiuntive
Presto il supporto multi-piattaforma
Linguaggio C e non C++
Non ancora

Source

Tag:

Comex ritorna in scena con un’alternativa al Cydia Substrate e fa infuriare Saurik

31 gennaio 2015 Nessun commento

Comex torna in scena e lo fa in modo clamoroso, ossia sfidando direttamente Saurik, il creatore di Cydia. Non abbiamo riportato il nome di Comex sulle nostre pagine da diversi mesi o addirittura anni. Chi di voi si ricorda dell’hacker che realizzò il più unico che raro jailbreak eseguibile direttamente dal dispositivo che si intendeva sbloccare? JailbreakMe fu un super-successo e anche grazie ad esso Comex è riuscito ad entrare in Apple e a lavorarci come ricercatore di sicurezza. Adesso Comex è tornato in scena: l’hacker sta infatti collaborando con iMods, un team che tempo fa aveva proposto un’alternativa a Cydia, per creare un’alternativa al Cydia Substrate di Saurik, la piattaforma su cui si basano tutti i tweak per dispositivi jailbroken, con l’apparente intento di interferire con il monopolio di Freeman. L’alternativa di Comex si chiama Substituite ed è attualmente disponibile in fase alpha su Github. Il progetto, di cui Comex è assolutamente convinto, mira ad offrire una piattaforma ancora più open e semplice del Cydia Substrate per consentire una migliore creazione di tweak per dispositivi jailbroken. La risposta di Saurik è stata decisa: il creatore di Cydia ha infatti dichiarato che non sempre il software aperto porta a buoni risultati e che non ha intenzione di “combattere” con persone che non stanno dalla sua parte. Saurik preferisce mantenere più “chiuso” il jailbreak per evitare che possa violare la DMCA, divenendo così illegale a tutti gli effetti. Saurik ha anche parlato di Cydia, che avrà presto una nuova schermata Home e delle modifiche al sistema di pagamento. Anche il Cydia Substrate sarà aggiornato e migliorato.

Source

Tag:

Arriva Vine Kids, con video adatti ai più piccoli

31 gennaio 2015 Nessun commento

I video da 10 secondi caricati su Vine sono i più disparati e vanno da filmati divertenti ad altri poco appropriati per un pubblico di minorenni. Per questo motivo, Vine ha lanciato su App Store la versione “Kids” del suo servizio di condivisione dei video. Vine KidsVINE LABS INCCategoria: IntrattenimentoGratis In Vine Kids vengono caricati solo i video che possono essere visti dai più piccoli, con la possibilità di scegliere anche la fascia di età. L’utilizzo è semplice: una volta caricato il primo video, basterà effettuare uno swipe verso sinistra o destra per passare al prossimo filmato. Vine Kids è disponibile gratuitamente su App Store.

Source

Tag:

Il titolo AAPL raggiunge un nuovo record in borsa

31 gennaio 2015 Nessun commento

Le azioni Apple hanno toccato un nuovo record, subito dopo la presentazione dei risultati del trimestre fiscale Q1 2015. Ora il titolo di Apple (AAPL) vale 120 dollari per azione. Dopo i risultati impressionanti del Q1 2015 di Apple, anche in borsa Apple ha fatto registrare un nuovo record. Parliamo di 120 dollari per azione, come potete vedere anche dall’immagine che abbiamo allegato poco più su. Questo record supera, anche se di misura, il record di 119,75 dollari fatto registrare a Novembre. Ma possiamo aspettarci anche di più nei prossimi tempi. Apple potrebbe far registrare ancora più record se il tanto atteso Apple Watch riuscirà a guadagnarsi una buona fetta di vendite. Per ora sappiamo con certezza che gli iPhone 6 e iPhone 6 Plus hanno portato tantissimi record in casa Apple. [via]

Source

Tag:

Rovio sta lavorando su due nuovi giochi: “Angry Birds Fight” e “Angry Birds Stella POP”

31 gennaio 2015 Nessun commento

Angry Birds è stato uno dei più grandi successi su mobile degli ultimi tempi, ma non è più popolare come prima. Per quest, dopo svariati tentativi di creare nuovi giochi, Rovio ci riprova e si mette al lavoro su due nuovi titoli,”Angry Birds Fight” e “Angry Birds Stella POP”, con un gameplay diverso dal classico. Entrambi questi giochi impiegano un gameplay in stile “match-tre”, ovvero il classico tipo di gameplay che richiede l’associazione di tre o più oggetti simili per proseguire. Un gameplay molto differente quindi da quello classico alla “Angry Birds” (il lancio degli uccellini contro i maiali per intenderci). Questi due nuovi giochi sembrano essere usciti già in versione “soft launch” solo in Canada e in Thailandia (Angry Birds Stella POP solo in Canada e Angry Birds Fight solo in Thailandia), giusto per misurare e analizzare le risposte degli utenti prima del lancio globale. Questo tipo di gioco sicuramente ci mostra quanto Rovio soffra la concorrenza di giochi in stile match-tre come “Candy Crush Saga” e simili. Questa notizia non fa che confermarci che la società finlandese però non vuole cedere il passo ad altri giochi e si sta impegnando molto per creare qualcosa che possa piacere agli utenti. Appena i giochi saranno disponibili ve lo comunicheremo. [via]

Source

Tag:

Come abilitare iTunes dal centro notifiche

31 gennaio 2015 Nessun commento

iTunes si è recentemente aggiornato arrivando alla versione 12.1 e porta con se una novità che sicuramente ai possessori del mac non può che far comodo. Stiamo parlando dell’integrazione di iTunes con il centro notifiche. Ora per accedervi e cambiare e/o visualizzare la musica in ascolto sarà ancora più semplice.

Se è nei vostri interessi vedere il nuovo widget e poter usufruire di iTunes aprendolo direttamente dal centro notifiche in OS X, è possibile farlo con pochi passi.
Ci sono in realtà due modi per ottenere questo risultato, vi mostreremo il più affidabile, ovvero modificando il menu dei widget nel centro notifiche del Mac:

Aprite il menu Apple e andate su “Preferenze di sistema”
andate in “Estensioni” dal pannello preferenze
Spuntate la sezione “Oggi” e sistematevi il widget di iTunes nell’ordine in cui preferite
Aprite iTunes e iniziate ad eseguire una canzone
Ora aprite il centro notifiche e gestite la musica in ascolto con semplicità

iTunes Widget mostrerà la canzone e l’artista, nonché la timeline. Essendo un widget è anche interattivo, consentendo così di fare altre cose senza dover rimanere in quella schermata. È possibile anche scaricare direttamente musica e per chi ha un account nello store americano può anche usufruire di iTunes Radio.
È possibile interagire solo se l’app di iTunes è aperta, se invece si chiuderà l’app anche il widget non potrà essere utilizzato.

Questa guida è stata eseguita in questo modo perchè su alcuni Mac aventi l’ultima versione di Yosemite (10.10.2) purtroppo il tasto edit, nel centro notifiche, sembra essere sparito. In caso contrario è possibile eseguire questa guida modificando tutto direttamente dal centro notifiche.
[Via]

Source

Tag: