Archivio

Archivio per dicembre 2011

Remotix, un’applicazione per un accesso remoto VNC da iPhone

28 dicembre 2011 Nessun commento

Remotix è un’applicazione, disponibile su App Store al prezzo di 7,99€, che ci offrirà un’adeguata strumentazione per connettersi in remoto al proprio Mac/PC sfruttando il protocollo VNC. Vediamo insieme le caratteristiche e le funzionalità dell’app.

Come già accennato, Remotix è un’ottima applicazione per chi vorrà connettersi al proprio Mac/PC secondo un protocollo VNC in modo sicuro, veloce e con la possibilità di sfruttare numerose utili funzionalità. La performance dell’applicazione permetterà di sperimentare una navigazione veloce avendo accesso a computer con sistemi operativi Linux, Windows e Mac OS X, non necessiterà di alcuna configurazione avanzata, sarà compatibile con elevate risoluzioni, ci permetterà di trovare server attraverso Bonjor; tutte funzioni accompagnate da metodi di autenticazione del tunnel SSH sia per quanto riguarda password che public key.

Tra gli strumenti di input troveremo inoltre diverse possibilità che potranno fare al caso nostro, come ad esempio il supporto ad un layout esteso per la tastiera, anche appartenenti a diverse configurazioni internazionali, ad un set completo di gestures multi-touch, modalità right-click e a tasti modifier.

Chi vorrà connettersi ad un Mac troverà le seguenti funzioni:

  • Possibilità di selezionare la display mode (combinata o divisa per ciascuna);
  • Qualità adattiva per connessioni medie o a velocità più lente;
  • Scaling opzionale dal parte del server;
  • VNC Password e metodi d’autenticazione Mac OS X;
  • Modalità “Through Clipboard”;
  • Feature “Osserva/Controlla”;
  • Scrolling orizzontale a due dita.

Se invece vi connettere a Windows o Linux:

  • Connessioni a server UltraVNC, TightVNC e RealVNC;
  • Tastiera estesa che includerà i tasti Win, Ctrl, Alt, e Canc;
  • Fine tuning;
  • Autenticazione Microsoft Windows Logon;
  • Accesso alla taskbard nascosta;
  • Supporto alla modalità x11vnc- ncache.

Remotix potrà essere scaricata su App Store al prezzo di 7,99€, ed essendo un’applicazione universale, potrà essere comodamente installata anche su iPad.

Tags: apple, iphone, mac, pc, vnc

Tag:

H1Siri arriverà con il Jailbreak Untethered dei dispositivi con chip A5

28 dicembre 2011 Nessun commento

Ciao, se hai problemi con il tuo iPhone chiedi aiuto sul forum di supporto

Pochi minuti fa gli sviluppatori di H1Siri , tweak che porterà finalmente su dispositivi diversi dall’iPhone 4s l’assistente vocale Siri , hanno rilasciato un messaggio un pò seccato sulla loro pagina di Facebook.

Come potete vedere dall’immagine sopra riportata , H1Siri verrà rilasciato appena sarà disponibile il Jailbreak Unthetered anche dei dispositivi con chip A5 , quindi iPhone4s ed iPad2. In questo modo non ci sarà nessun problema legale , rilasciando ora invece : Se rilasciassimo ora H1Siri funzionerebbe un giorno e poi Apple lo bloccherebbe subito per la violazione di alcune norme legali.

Quindi…

Per aver un porting completo e funzionante di Siri dovremo aspettare il rilascio del Jailbreak untethered di iphone 4s ed iPad2 , oppure compriamoci tutti un iPhone 4s !! :-)

Tag:

Foxconn

28 dicembre 2011 Nessun commento

Come anticipato parliamo della realtà Foxconn. Cos’è Foxconn quindi. È una multinazionale taiwanese.

È la più grande produttrice di componenti elettrici ed elettronici per i produttori di apparecchiature originali in tutto il mondo, e produce principalmente su contratto ad altre aziende tra le quali Apple, Motorola, Nokia, Sony, Microsoft, Nintendo, Dell, Hewlett-Packard.

E fin qui non ci sarebbe niente di particolare. Ma aggiungiamo che si tratta dell’industria con il maggior numero di dipendenti al mondo. Ad oggi circa un milione e duecentomila. Sia chiaro da subito: qui non voglio discutere su Apple o Microsoft. Sono entrambi clienti di questo colosso. In questo articolo voglio discutere del colosso. Pertanto dico sin da subito che non concordo col titolo dato a un suo articolo da tech.fanpage.it “Il lato oscuro della mela”. Non le risparmio ad Apple, ma qui è il lato oscuro dell’intera industria informatica occidentale che va esaminato.

Ma, perché?, si potrebbero chiedere coloro i quali non sapessero molto del caso Foxconn. Un colosso di questo genere, costretto a produrre una quantità sempre crescente di device di ogni tipo con standard elevatissimi dal punto di vista qualitativo deve pur risparmiare da qualche parte. E dove si può fare economia? Facile sull’uomo. Come sempre. Dalla mappa che segue possiamo vedere dove recluta la “sua” gente Foxconn.

Oh, guarda. Cina. E immaginate un po’ quanto guadagna un dipendente Foxconn? Qui la cosa si fa interessante: 109€ al mese, per quattordici ore di lavoro al giorno. Quattordici. Con uno stress conseguente tale che un certo numero di dipendenti si sono tolti la vita. Tanto da fare aggiungere nel contratto di assunzione alcune clausole volte a obbligare il dipendente a non farsi del male. Ma Foxconn vede lungo così nelle case che offre generosamente ai suoi dipendenti ha fatto installare delle reti per prenderli al volo, letteralmente, quando si buttano dalle finestre.

Capite da voi cosa significhi questo. Il dipendente è un oggetto di proprietà aziendale alla stregua dei computer che si metterà a costruire. Un oggetto. Che costa. Quindi va protetto, altrimenti si deve ricompr.. aehm riaddestrare.

Apple_SR_2011_Progress_Report questo documento di Apple è l’analisi ufficiale di Cupertino sulla situazione cinese. Sono state rilevate e (a detta di Apple corrette) una serie di violazioni che vanno dai metodi di formazione, assunzione e pagamento, passando (perché no) dal lavoro minorile. Sì, proprio come nell’Ottocento. Laddove queste violazioni sono state rivelate la ditta Californiana ha obbligato Foxconn a rimandare a casa i ragazzini e ha pagato loro gli studi fino al raggiungimento dei sedici anni. Altri problemi si sono palesati nel trattamento di minerali potenzialmente dannosi per l’uomo.

Il problema più evidente restano però i suicidi dei dipendenti dovuti alle condizioni di lavoro alienanti, uno degli ultimi caasi ve lo cito da fanpage (non metto la foto del ragazzo suicidagiusto per un minimo di rispetto)

Sun Dayong, un giovane laureato che lavorava nel reparto logistico della Foxconn, è stato accusato da un’indagine interna di aver sottratto l’ultimo modello dell’iPhone. Pur dichiarandosi più volte innocente, secondo le testimonianze di alcuni amici, Sun si sarebbe lamentato in seguito di essere stato picchiato e umiliato da parte di una squadra di sicurezza dell’azienda. Poche ore più tardi, dopo aver lasciato un angoscioso messaggio alla fidanzata, Sun si è suicidato lanciandosi dal dodicesimo piano del palazzo in cui viveva. Nell’sms inviato alla ragazza, il 25enne aveva scritto “Ho avuto dei problemi. Non dire niente alla mia famiglia”. (tech.fanpage.it)

Ora, questo quadro di per sé già tragico, viene aggravato perché al danno potrebbe aggiungersi la beffa. Pare, notizia piuttosto fresca, che Foxconn voglia pian piano sostituire in catena di montaggio gli uomini e le donne con dei robot. Sicuramente meno problematici. COsì quel milione e duecentomila persone che potrebbero migliorare con non troppi sforzi il loro squallido tenore di vita, si ritroveranno dalla padella nella brace venendo… dismessi.

Davanti a queste situazioni noi consumatori di hi-tech restiamo spiazzati. Sì perché questi problemi non sono legati al mondo Apple come detto all’inizio Foxconn produce i seguenti oggetti:  iPod, iPhone, iPad[4], PlayStation2 e PlayStation 3[5][6][7], Wii[8], Xbox 360[9], Amazon Kindle[10], Televisori LCD Sony Bravia[11][12][13]

Una fetta rilevante e di primo piano della moderna tecnologia. Vediamo… iPod, celo, iPhone, celo, iPad, celo, PS2, celo, Xbox, celo, Kindle, celo. Ecco adesso mi sento un perfetto idiota. Ma del resto cosa dovrei fare? Cosa potrei fare? Smettere di fare il mio lavoro? Apple se ne sbatterebbe, come pure Foxconn. E qui viene fuori la domanda che credo sia quella cruciale. C’è poi davvero qualcosa che noi possiamo fare? O siamo esattamente davanti a una Green Hill con dentro degli umani?

A questo punto mi domando davvero se non avesse visto lungo Marx quando vide nel capitalismo un enorme pericolo per l’uomo. Qualcosa che poteva fare emergere gli istinti peggiori della nostra specie, qualcosa in nome del quale sono state combattute guerre, compiute stragi, e chi più ne ha ne metta. Possibile che non esista un altra maniera? Che l’imperativo sia produrre e vendere non importa a che costo? Moralismo? Sì, visto che sto scrivendo queste note con il mio fedele Mac. Quindi al solito non abbiamo scelta? Sono aperto a suggerimenti che non contemplino la perdita del mio lavoro ovviamente.

No related posts.

Tag:

L’app Tutto Guida Free

28 dicembre 2011 click to read more

Con TuttoGuida hai sempre con te un completissimo Prontuario delle Infrazioni e delle sanzioni; inoltre c’è il Codice della Strada – aggiornato alle ultime disposizioni, del Luglio 2010 – ed un elenco sintetico dei punti sottratti per ogni infrazione.
Puoi inviare gli articoli, e le relative sanzioni ad un amico, via mail, su Facebook e Twitter!

TUTTOGUIDA contiene:
– Codice della Strada, aggiornato alle ultime disposizioni, del Luglio 2010;
– Prontuario delle Infrazione e delle relative Sanzioni;
– Elenco sintetico dei Punti Patente per ogni infrazione che li preveda, e link al relativo articolo e descrizione della sanzione;

Con TUTTOGUIDA si può:
– condividere l’articolo, la sanzione o l’infrazione con un amico;
– condividere commenti su Facebook ™ e Twitter™;
– Inviare un commento sull’applicazione sullo Store.

Per proporre l’app si supporta usando banner pubblicitari.
L’applicazione è stata Testata su iPhone 3, iPhone3Gs, iPhone 4, iPod seconda generazione, iPad1 e iPad2.

L’app gratuita si può scaricare da questo link

Tag:

http://www.domosostenibile.it/

28 dicembre 2011 Nessun commento

mzl.zvljphee.320x480 75 Giochi gratis iPhone e iPad 28 dicembre 2011

Continua anche oggi il nostro appuntamento quotidiano con l’elenco dei giochi gratuiti sull’App Store, offerte temporanee da prendere al volo prima che scadano.

Come di consueto, vi proponiamo una selezione dei migliori titoli disponibili gratuitamente sia per iPhone che per iPad. Dopo il salto l’elenco completo con i link dei download da iTunes / App Store e tutti i dettagli.

UltiMaze

mzl.tcyawqcf.320x480 75 Giochi gratis iPhone e iPad 28 dicembre 2011

Il primo gioco che vi proponiamo oggi è UltiMaze, una specie di Labyrinth totalmente tridimensionale nel quale dovremo gestire i movimenti di una sfera in uno spazio astratto e futuristico, molto particolare, da provare. Passa da 79 centesimi a gratis.

UltiMaze
Peso: 40 MB
Prezzo: Gratis

The Sheep Won’t Sleep

mzl.ksqlchmj.320x480 75 Giochi gratis iPhone e iPad 28 dicembre 2011

La pecora non dormirà. Il secondo gioco che vi proponiamo oggi è un simpatico arcade a scorrimento orizzontale, molto colorato e divertente, nel quale dovremo aiutare una pecorella a recuperare dolcetti e roba simile per sfamare i bambini affamati. E magari farli diventare diabetici. Passa da 79 centesimi a gratis.

The Sheep Won’t Slee …
Peso: 9 MB
Prezzo: Gratis

The Creeps!

The Creeps Giochi gratis iPhone e iPad 28 dicembre 2011

E concludiamo con un tower defense molto carino nel quale dovremo vegliare sul sonno di un bambino proteggendolo dai mostri che cercheranno di intrufolarsi nei suoi incubi. Dovremo costruire torrette lungo il percorso, potenziandole con i soldi che guadagneremo man mano ed eventualmente vendendole. Molto carino, esiste anche in versione Holiday Edition universale, in offerta a 79 centesimi. Passa da 2,99€ a gratis.

The Creeps!
Peso: 42 MB
Prezzo: Gratis

The Creeps! HD
Peso: 42 MB
Prezzo: Gratis

 

Sono inoltre disponibili gratuitamente:

Aquamarine HD
Peso: 31 MB
Prezzo: Gratis

GoGo Tunnel Runner
Peso: 45 MB
Prezzo: Gratis

Peak Gold
Peso: 20 MB
Prezzo: Gratis

Attenzione: le offerte sono temporanee e alcune potrebbero scadere da un momento all’altro. Vi raccomandiamo di controllare sempre che il gioco sia ancora effettivamente gratuito prima di scaricarlo.

Condividi questo articolo

Altri articoli:

Articoli correlati a “Giochi gratis iPhone e iPad – 28 dicembre 2011”

Tag:

Iphone5,accompagnato da Ipad 2s e 3

26 dicembre 2011 Nessun commento

Gene Munster, un analista tra più importanti di Piper Jaffray parla delle prossime mosse di apple nel 2012.

Si parlava di Iphone 5 già da giugno, però ci siamo trovati tra le mani solo un iphone 4 potenziato, una specie di upgrade(Iphone 4s) .Ma il vero e proprio Iphone 5, quando arriverà nei vari Mediaworld e Saturn ? 

Gene pensa che il prossimo anno rivoluzionerà ,in modo negativo o positivo, l’impero costruito da Jobs e Cook.Dovrebbe uscire l’ Iphone 5 , con ben 14 Mpx di fotocamera, video in 1080p e una piccola uscita HDMI da collegare

coi vari dispositivi apple.Inoltre dovrebbero essere presentate due nuove gamme di Ipad : Ipad 2S , un upgrade del 2 più “economico” dell’Ipad 3, che sarà una vera e propria rivoluzione.

Ma la domanda sorge spontanea: è il classico fake o nel 2012 ci sarà un nuovo modo di vedere la tecnologia grazie a 

Apple? Non resta che aspettare, intanto godiamoci Icloud e iPhone 4s.

Filippo Miloti

Tag:

iPhone 4S: delusione europea?

26 dicembre 2011 Nessun commento

Non è un momento felicissimo per Apple, almeno per quanto concerne i trend di mercato che si sono venuti a creare in Europa. Stando ad un’analisi di Kantar Worldpanel ComTech, più in particolare, pare che l’iPhone 4S non ha dato il contributo sperato all’azienda, se si esclude il Regno Unito, dove Apple è passata dal 21% al 31% delle quote di mercato.Situazione ben diversa in altri importanti Paesi del Vecchio Continente, con un quadro ben preciso che ha preso forma: Italia, Germania (dal 27% al 22%), oltre alla Francia (dal 29% al 27%). Motivazioni? La lentezza di Apple nel lanciare l’iPhone 4S e la necessità da parte degli utenti di risparmiare, considerando il periodo di crisi.

[Via]

  • iPhone 4S: dall’11 novembre in vendita in nuovi Paesi

    L’iPhone 4S è sul commercio da diverse settimane, ma in alcuni Paesi ancora non si è avuto l’onore di poter ammirare il dispositivo sugli scaffali. Ecco perché Apple,


  • iPhone 4S: respinto l’attacco di Samsung in Italia

    Brutte notizie per Samsung, decisamente più buone per Apple. Il Tribunale di Milano, infatti, ha deciso di non bloccare le vendite del nuovo iPhone 4S in Italia, così


  • iPhone 4S: il dettaglio dei prezzi europei

    Apple ha reso ufficiali, in queste ore, i prezzi del nuovo iPhone 4S anche in Europa. Dopo le indiscrezioni emerse nella giornata di giovedì,  è tempo di valutare


  • Apple: Samsung già all’attacco dell’iPhone 4S

    Apple deve già fronteggiare una grana legale, per quanto concerne il nuovissimo iPhone 4S, presentato poco più di 24 ore fa e finito già nel mirino del nemico


  • iPhone 5: doppio lancio sul mercato?

    Ancora rumors riguardanti il mondo di Apple, ed in particolare attorno al nuovo iPhone. L’ultima indiscrezione, più in particolare, riguarda non solo il lancio dell’iPhone 5, imminente anche



Altri articoli:

Articoli correlati a “iPhone 4S: delusione europea?”

  • iPhone 4S: dall’11 novembre in vendita in nuovi Paesi

    L’iPhone 4S è sul commercio da diverse settimane, ma in alcuni Paesi ancora non si è avuto l’onore di poter ammirare il dispositivo sugli scaffali. Ecco perché Apple,


  • iPhone 4S: respinto l’attacco di Samsung in Italia

    Brutte notizie per Samsung, decisamente più buone per Apple. Il Tribunale di Milano, infatti, ha deciso di non bloccare le vendite del nuovo iPhone 4S in Italia, così


  • iPhone 4S: il dettaglio dei prezzi europei

    Apple ha reso ufficiali, in queste ore, i prezzi del nuovo iPhone 4S anche in Europa. Dopo le indiscrezioni emerse nella giornata di giovedì,  è tempo di valutare


  • Apple: Samsung già all’attacco dell’iPhone 4S

    Apple deve già fronteggiare una grana legale, per quanto concerne il nuovissimo iPhone 4S, presentato poco più di 24 ore fa e finito già nel mirino del nemico


  • iPhone 5: doppio lancio sul mercato?

    Ancora rumors riguardanti il mondo di Apple, ed in particolare attorno al nuovo iPhone. L’ultima indiscrezione, più in particolare, riguarda non solo il lancio dell’iPhone 5, imminente anche





Tag:

Top 10 smartphone 2011

26 dicembre 2011 Nessun commento

2011 anno di ANDROID! Il sistema operativo dell’alieno verde sostenuto da Google ha invaso il mercato degli smartphone: su dieci telefoni acquistati, cinque montano il sistema operativo Android.

Nella Top 10 dei migliori smartphone dell’anno, ben sette montano android  e tre dei primi sei sono marcati Samsung.

1. Nuovo Motorola Razr

Design ultrasottile e ultraleggero rendono il nuovo Razr il dispositivo più innovativo dell’anno. Come se non bastasse oltre all’estrema eleganza c’è pure tanta sostanza: un display brillantissimo, un interessante sistema di streaming remoto dei contenuti da PC (MotoCast).

2. Samsung Galaxy S2

Il più celebre fra i suoi galacticos ha fatto il pieno di vendite (più di 10 milioni di unità vendute da maggio) e soprattutto ci ha dimostrato che l’iPhone può essere battuto. Basta saper dosare gli ingredienti giusti: design ultrapiatto, display da urlo e fotocamera al passo coi tempi. Candidato al primo posto: battuto all’ultimo istante dal Razr.

3. Samsung Galaxy Nexus

Ha il vantaggio (non indifferente) di essere l’ultimo arrivato e proprio per questo può giovarsi di alcuni aggiornamenti dell’ultim’ora, primo fra tutti quello ad Android 4.0 (Ice Cream Sandwich). Sia perché Ice Cream Sandwich è ancora tutto da rodare, sia perché certe scelte (vedi l’assenza di uno slot per l’inserimento di MicroSD) fanno un po’ discutere.

4. iPhone 4S

Tutti coloro che si aspettavano un iPhone rinnovato nell’estetica e nelle dimensioni sono rimasti un po’ delusi. Il nuovo iPhone 4S non può  mancare nella top 10 dei dieci migliori telefoni dell’anno. Per le prestazioni della sua fotocamera da 8 megapixel,  per l’affidabilità del suo sistema operativo, rinvigorito dall’aggiornamento ad iOS 5. E poi… l’iPhone è sempre l’iPhone

5. Sony Ericsson Xperia Arc

Sul piano estetico è senza dubbio lo smartphone più cool dell’anno. Oltre al design, però, c’è di più: c’è una dotazione multimediale da primo della classe (display da 4,2 pollici da 854 x 480 pixel, fotocamera da 8 megapixel con funzionalità video HD, motore Mobile Bravia) e una confezione piuttosto ricca che comprende una memoria da 8 giga e il cavo Hdmi.

6. Samsung Nexus S

Smartphone lanciato da Samsung in primavera che ha avuto il merito di portare alla ribalta tutta una serie di risorse innovative: Gingerbread, tanto per cominciare (ancora oggi la versione più diffusa di Android), e poi l’NFC (la tecnologia per i pagamenti di prossimità) e il caratteristico display ricurvo.

7. Lg Optimus Dual

È stato il primo smartphone dual-core della storia, ma non solo. Il Dual di Lg è ancora uno dei dispositivi più veloci in commercio. Data l’età non più giovanissima e i saldi natalizi potrebbe rivelarsi uno di quegli affaroni di fine anno da non lasciarsi sfuggire.

8. Nokia Lumia 800

La Nokia sembra aver finalmente trovato la strada giusta per tornare ad essere competitiva nel settore degli smartphone. A spianargliela è Microsoft, con un sistema operativo (Windows Phone, qui in versione Mango) che finalmente mette la casa finlandese nelle condizioni di confrontarsi senza timore con il resto della concorrenza “touch”, Apple compresa. Siamo in attesa di scoprile le piene potenzialità di questo smartphone.

9. Htc Sensation XL

Si dice che i telefoni di HTC si assomiglino un po’ tutti. Questo nuovo Sensation XL, però, potremmo riconoscerlo fra mille. Per le dimensioni innanzitutto (un display da 4,7 pollici non passa inosservato), la dotazione fotografica (obiettivo da 8 megapixel con apertura f/2.2 e grandangolo da 28mm) e soprattutto le risorse “musicali”, che comprendono fra le altre altre cose un paio di auricolari urBeats.

10. Nuovo Blackberry Curve 9360

Solite caratteristiche del blackberry: posta push, tastiera Qwerty e tanta, tanta concretezza. Bisogna ammettere però che questo Curve 9530 ha poco a che vedere con le linee ingessate dei vecchi dispositivi, tanto che per molti si tratta del più bel Blackberry di sempre. Per una volta, insomma, RIM batte Apple nel design. Ora però serve il salto di qualità definitivo nel sistema operativo e nelle funzionalità multimediali.

Segui @chiccheinform

Altre notizie dal Web


Tag:

[About Steve Jobs] Antennagate iPhone 4? Colpa di Steve!

26 dicembre 2011 Nessun commento

Eccoci qua freschi freschi dopo natale con un nuovo appuntamento della rubrica About Steve Jobs. Questa volta parleremo di un nuovo aneddoto della sua vita che forse non tutti sanno. Sicuramente ricorderete i problemi che sono sorti appena dopo il lancio dell’iPhone 4 sul mercato. Problemi di ricezione del segnale telefonico. Di chi la “colpa”? Proprio dello stesso Steve.

Continuate a leggere se volete sapere il motivo.

Chi di voi conosce almeno in parte il carattere e la personalità del CEO più famoso del mondo sicuramente è a conoscenza della sua grande smania per il controllo e del suo amore per l’arte e per il design.

Ma tutto questo cosa c’entra con il problema dell’ antennagate dell’iPhone 4?

Andiamo con ordine. Innanzitutto che cos’è l’antennagate? Con antennagate intendiamo un calo drastico di segnale del dispositivo che può portare alla totale assenza di esso (nessun servizio). Questa situazione si può verificare anche coprendo con un dito o con il palmo della mano il lato in cui si trova l’antenna in quanto si verifica un’interruzione delle onde (detta in parole povere).

Iniziamo con il dire che questo è un problema che può capitare con tutti i terminali in circolazione. La notizia fece tanto scalpore per due motivi: si trattava di un iPhone (smartphone più famoso del mondo) e il problema era molto più evidente.

Il motivo per il quale il problema si manifestava in forma molto più evidente va ricercato al momento del design, che fu pensato da Steve Jobs in persona e naturalmente da Johnatan Ive (Responsabile Settore Design di Apple).

Se prendete in mano il vostro iPhone 4 (nel caso ne siate in possesso) noterete che lungo tutti i lati del dispositivo vi è una barra di metallo spazzolato (materiale largamente apprezzato da Steve Jobs).

Steve, che è riuscito ad unire Arte con Teconologia, ha sempre incentrato lo stile e il pensiero di Apple sulla bellezza e sul design. Ciò doveva caratterizzare ogni prodotto “sfornato” dall’azienda di Cupertino. Prodotti che non erano all’altezza di design eccelsi non sarebbero mai stati presentati. Apple è anche sinonimo di bellezza e Steve Jobs si è sempre adoperato perchè lo fosse.

Il problema della barra laterale di metallo spazzolato era di natura fisica. Il metallo si da il caso che non è un buon conduttore di onde radio (è anzi un pessimo conduttore) e sarebbe stato un vero e proprio handicap per l’antenna dell’iPhone. Gli stessi ingegneri di Cupertino dissero a Steve Jobs che “era impossibile far dialogare l’antenna con quel tipo di metallo. Avrebbero prodotto un telefono che non sarebbe stato in grado di chiamare”.

Una delle caratteristiche di Jobs (che innumerevoli volte ha sicuramente portato solo che benefici ad Apple) è il suo campo di distorsione della realtà. Steve in tantissime occasioni della sua vita era solito stravolgere completamente quella che era la realtà e anche questa volta, anche se in netto contrasto con ogni principio fisico e matematico, disse ai suoi ignegneri “voi ce la potete fare, so che siete in grado di farlo”.

E ce la fecero. Interrompendo in determinati punti la barra di metallo riuscirono a far passare le onde radio. Raggiunsero lo scopo di Steve ma non alla perfezione, quasi. Se si appoggia un palmo della mano coprendo quel piccolo taglio si ricongiunge il metallo e ciò provoca una schermatura del segnale che lo fa scendere drammaticamente.

Anche in questo caso quindi ci fu la mano di Steve Jobs. Forse il dispositivo non è perfetto al 100% ma è in ogni caso qualcosa di sublime. Possiamo perdonare questo “antennagate” di cui si è tanto parlato (anche perchè la posizione che porta a ciò è piuttosto innaturale).

Un saluto da Applemobile e alla prossima.

 

 

Tag:

Hai ricevuto un iPhone come regalo di Natale? Ecco i primi passaggi da seguire per iniziarlo ad utilizzare!

26 dicembre 2011 Nessun commento

Sotto l’albero hai trovato uno splendido iPhone e ora non vedi l’ora di utilizzarlo al meglio? In questo articolo ti forniremo alcuni consigli per poter iniziare fin da subito a sfruttare questo terminale come merita!

Appena accendi il tuo iPhone dovrai seguire una serie di semplici step utili per attivare il dispositivo, impostare la lingua, inserire un ID Apple ed eventualmente prendere il backup precedente nel caso tu abbià già posseduto un iPhone. Dopo aver attivato l’iPhone, assicurati di aver installato anche iTunes sul tuo Mac/PC.

Per scoprire tutti i passaggi da seguire per impostare al meglio l’iPhone, clicca qui e trovare un articolo dedicato all’iPhone 4S, ma che contiene suggerimenti validi per tutti i modelli di Melafonino.

Dopo aver impostato l’iPhone, sicuramente vorrai scoprire nuove app e nuovi giochi da installare. E ricordati, in commercio vi sono anche centinaia di accessori utili per le più disparate funzioni.

Allora, vuoi scoprire quali sono le migliori app, giochi e accessori per il tuo iPhone? Scarica subito la nostra Buyer’s Guide (link), il magazine completamente gratuito con oltre 150 pagine dedicate ai prodotti per il tuo iPhone.

Bene, ora puoi goderti al meglio il tuo nuovo iPhone!

 

Tags: iphone, Natale, regalo, utilizzo

Tag: