Archivio

Archivio per gennaio 2012

Produttori smartphone prendono tempo per non concorrere con iPhone 4S?

31 gennaio 2012 Nessun commento

I produttori internazionali di smartphone, inclusi Samsung, HTC, Nokia e LG, starebbero aspettando a lanciare nuovi dispositivi sul mercato per lasciare che il boom di iPhone 4S si consumi, così da evitare il rischio di mettersi direttamente contro il nuovo telefono di Apple che ha già riscosso grandissimo successo.

A riportare la notizia è il solito DigiTimes, secondo il quale delle fonti vicine all’industria smartphone, ma non meglio precisate, sanno che le vendite di iPhone 4S rimarranno alte ancora per un paio di mesi. Questo avrebbe spinto i celebri nomi dell’elettronica di consumo ad andarci con i piedi di piombo. Molti di questi nomi presenteranno i loro nuovi device durante il 2012 Mobile World Congress, che si terrà dal 27 febbraio all’1 marzo.

Dopo che Apple ha confermato la vendita di 37 milioni di iPhone durante l’ultimo trimestre, Cupertino si è confermato come il principale produttore di smartphone al mondo, almeno per il trimestre in questione. Samsung, di poco distante, ha venduto 36,5 milioni di dispositivi.

via | Apple Insider

Tag:

China Telecom conferma iPhone 4S

31 gennaio 2012 Nessun commento

China Telecom, il terzo carrier Cinese per numero di clienti, ha confermato, dopo mesi di indiscrezioni, che venderà iPhone 4S a partire da fine febbraio o al più tardi marzo. A riportare la notizia è China Daily, che riporta il testo di una dichiarazione stampa di China Telecom in cui la compagnia dichiara di avere già cominciato il lavoro di preparazione per il lancio di iPhone 4S. Sempre ieri iPhone 4S ha ricevuto l’ultimo ok necessario per la vendita in Cina, mentre Apple e China Telecom avevano già ottenuto due certificazioni nelle scorse settimane.

L’esperto di telecomunicazioni cinesi Xiang Ligang ha commentato al proposito: Ora China Telecom è quasi pronta per la vendita di iPhone 4S. Apple si sta nel frattempo sfregando le mani. Le ultimo stime dicono infatti che l’arrivo del telefono di Cupertino sulla rete cinese permetterà di vendere almeno 40 milioni di iPhone in più. A dimostrazione di questo c’è già il grande successo che China Unicom ha riscosso vendendo iPhone in esclusiva in Cina per mesi.

via | Apple Insider

Altri articoli:

Articoli correlati a “China Telecom conferma iPhone 4S”



Tag:

Uscita degli smartphone posticipata a causa di iPhone 4S?

31 gennaio 2012 Nessun commento

Secondo il sito DigiTimes vari produttori come Samsung, HTC, LG e Nokia starebbero posticipando il lancio dei loro smartphone al secondo trimestre del 2012 per evitare la competizione diretta con l’iPhone 4S.

Il device di Apple è stato lanciato a fine 2011 e le previsioni di vendita dei prossimi mesi sono molto positive.

Le altre grandi aziende del settore, quali Nokia, HTC, LG e Samsung, starebbero dunque posticipando il lancio dei loro device al secondo trimestre 2012 per evitare una competizione troppo diretta con il iPhone 4S.

Secondo le analisi, infatti, le vendite del dispositivo Apple inizieranno a scendere nel secondo trimestre 2012 e i concorrenti aprofitteranno di questo periodo per presentare i modelli al Mobile World Congress 2012, che si terrà dal 27 febbraio al 1 marzo, e commercializzarli da marzo in poi.

E’ indubbio che il successo di Apple influisca, in qualche modo, sulle mosse delle aziende concorrenti, ma è altrettanto vero che, anche negli anni passati, tutti i produttori hanno atteso il MWC per presentare i propri modelli di punta e lanciarli poi a primavera inoltrata.

Tag:

Recensione pratica: Nokia N9 (MeeGo/Maemo 6)

Oggi cercherò di esprimere il mio uso e l’esperienza con il nuovo (ed ultimo?) dispositivo di Nokia, ovvero l’N9, nella fattispecie Nokia N9 country Variant Svizzero 64GB black

Dico subito che, avendo provato ad acquistare un Nokia Lumia 800, prendendolo in mano si potrebbe tranquillamente confondere i due terminali. Frontalmente la scocca è identica, fatto salvo che il WP7 della casa Finlandese ha un’orrenda barra inferiore che ne riduce la risoluzione a 800×480 da 3.7″ teorici, mentre il dispositivo MeeGo (o Maemo) arriva fino a  854×480 con 3.7″ reali, poca roba direte, ma frontalmente avere tutto lo schermo disponibile non è di poco conto.

Ho acquistato il terminale usato che porta la data del 7 novembre (ma preso a fine dicembre), perché come saprete per politiche a noi sconosciute, TUTTI i maggiori mercati in fatto di telefonia e tecnologia sono stati tagliati fuori da Nokia per la distribuzione e questo non ne ha facilitato la commercializzazione. Tutti o quai gli N9 presenti in Italia credo possano provenire dalla vicina Svizzera, paese più prossimo a noi dove è stato commercializzato. Nonostante la politica negativa (ancor prima della sua uscita Nokia dichiarò che sarebbe stato l’unico e solo della serie, mah?!?!), N9 è riuscito a consolidarsi nel mercato e, stando alle cifre pubblicate qualche giorno fa, sembra che l’N9 abbia venduto di più e meglio (circa il doppio), del pluriosannato Lumia 800 che è stato “spinto” con una campagna mediatica degna di una star. Da questo punto di vista molti sono scettici sul futuro della casa finlandese e del suo CEO Elop.

Ma torniamo alla recensione. Non ento troppo nelle specifiche tecniche in materiali e tecnologie utlizzate. Cercherò di spiegarne più l’uso e le caratteristiche. Va detto che il terminale è un Linux based, quindi con una indole prettamente open (stile Android) come vedremo, diverso da terminali di ultima generazione, generalmente chiusi dal lato software (Apple e WP7)

Ergonomia e primo impatto. Che dire al tatto è un terminale sottile, non troppo ingrombrante. Personalmente lo trovo il fratello bello di Lumia (che ha ripreso in toto il form-factor), con solidità evidente al tatto stesso. Display leggermente curvato sulla lunghezza e in vetro gorilla glass e retro in policarbonato. Già senza la cover in gomma (inclusa) si ha la senzazione di ottima fattura e solidità appunto, con la cover, per me, gli da un tocco di professionalità in più.

Come saprete il Nokia N9 ha una gestione swipe delle schermate, ossia scorrendo il dito a destra o sinistra si “naviga” nelle schermate. Sono solamente 3 (programmi, notifiche e task attivi) ma non ne servono altre:  se usate tante app le trovate nei processi attivi e le potete gestire con un tocco velocemente. Per chiudere un’applicazione si swippa dall’alto in basso (serve abilitare la funzione) oppure si passa ai task attivi e si tiene premuto finché non compare una “X” rossa dove killare il processo. Comodo e semplice ma quando si comincia a fare tutto con lo swip è uno spettacolo.

Lo stesso sblocco del terminale è alquanto semplice. Doppio tap a telefono bloccato e ci mostra uno screen savere con ora e data e con uno swip si accede alla schermata delle applicazioni. Ecco non c’è una vera e propria home, come avviene per quasi tutti gli ultimi terminali e non ci sono widget o icone dimamiche a rallegrare la schermata: abbiamo tutte le applicazioni qui che si aggiungono man mano che le installiamo. Possiamo spostarne la posizione in modo da renderle più velocemente accessibili, ma se si scorre la schermata, la velocità è davvero ottima e non si perde tempo. Vedi immagine

Dalla versione PR1.2 (in arrivo a febbraio 2012 la PR1.3 che promette scintille) la home ruota anche in landscape senza necessità di installare applicazioni apposite.

Telefono e ricezione: niente da dire. Al top come quasi sempre è stato per Nokia. Qualcuno ha manifestato timidi problemi di “effetto mano” che onostamente non ho mai avvertito. Il telefono ha un audio eccellente in chiamata, anche con auricolare BT (quello a filo non lo uso mai) e l’interlocutore si sente bene in maniera chiara e forte. Vivavoce un pò basso in chiamata qua questo accumuna un po tutti i terminali di Nokia.

Multimedialità: N9 monta una discreta fotocamera da 8pmx con ottica Carl Zeiss e AF continuo e doppio flash led. Foto discrete, sicuramente nella media dei cellulari di fascia medio-alta, al di sotto comunque dell’inarrivabile N8-00. REgistrazione video HD fino a 720p. I video sono qualitativamente buoni, se fossero stati a 1080p avremmo avuto davvero una registrazione spettacolare. Le condivisione sia di video che di foto è possibile anche attraverso il protocollo NFC (Near Field Communication), di cui N9 e provisto. La galleria, forse dovrebbe esser meglio implementata, in quanto non distingue le foto ed i video catturati in nessuna categoria. E’ possibile personalizzare la gallery spuntando le foto o video come preferiti e riorganizzando la stessa. Ci sono comunque app che consentono una gestione alternativa della gallery stessa.

Applicazioni: non avremo uno store come Apple o Android, ma di base N9 non necessiterebbe di alcuna applicazione aggiuntiva. La parte social è gestita da applicazioni dedicate (Facebook, twitter, ecc..) tramite l’inserimento in rubrica degli account che la stessa gestisce come contatto. E’ possibile unire i vari contatti, specie se questi appartengono a stesse persone, in modo da riorganizzare la propria rubrica in modo più professionale. Certo se cerca la famosa Whatsapp non c’è, ma sembra che qualcuno ci stia lavorando per il resto, basta sapersi adattare. Anche i giochi non sono male. Angry Birds gira fluido ed è molto divertente! Le mappe e la navigazione GPS (fix veloce se associato alla rete, più lento se solo con GPS integrato) ci sono e sono gratuite, l’unico handicap è che per scaricarle occorre una connessione wi-fi o UMTS: via PC non è possibile farlo, ne tramite Windows ne Mac. A proposito il nuovo Nokia Suite non è compatibile con N9 se avete una versione recente, ma si può far riconoscere il telefono con uno stratagemma: installare un Nokia Suite “vecchio” (es. versione 3.0.0.290), staccare la connessione per non aggiornare la Suite, collegare N9 e farlo riconoscere, staccarlo, riattivare l’aggiornamento automatico e seguire la procedura. Così facendo tutte le versioni successive vedranno anche N9, ma appunto la sezione Mappe non sarà disponibile per scaricare le mappe sul dispositivo. Lascia a desiderare il browser di serie troppo spartano e privo di interfaccia, ma si può tranquillamente installare Firefox (Fennec) per avere un’esperienza simile a quella su pc, sempre senza flash player. Ad ogni modo non mancano browser alternativi.

Autonomia: personalmente non ne faccio un uso intensissimo. Non ho esigenze di avere mail in push o notifiche istantanee di social network o altro; se mi serve qualcosa mi collego e aggiorno. Con questo tipo di “politica” io faccio anche 3gg pieni, spegnendolo alla sera. Per un uso “massiccio” si arriva tranquillamente a sera e anche qualcosa di più. Io usandolo intensamente (chiamate, sms e navigazione GPS) riesco a coprire due giornate e visto le autonomie di altri c’è di che sta allegri.

Conclusioni ed impressioni: beh non è una conclusione. Questo è solo un assaggio, dovrei dilungarmi e molto per spiegare tante cose. L’unica è provarlo. Probabilmente se non avessi avuto un Lumia, non avrei scoperto questo fantastico terminale che giorno dopo giorno scopro sempre più completo. Non conoscevo questo sistema e devo dire che mi piace e molto. Lumia è troppo acerbo al momento e soprattuto esoso in termini di consumi: per me inacettabile come per iPhone 4S. Solo avendolo in mano se ne rimane impresisonati dalla semplicità ma dalla tecnologia che Nokia aveva (ha?) in mano e non ne ha approfittato preferendo virare su WP7. Un consiglio: provatelo!

Giudizio (personale e non vincolante):

  1. Confezione e dotazione:8, c’è tutto l’occorrente. Telefono, caricabatteria USB + alimentatore da rete, auricolare a filo. Manca una memory, per quello vi consiglio la versione da 64GB;
  2. Ergonomia, telefono e ricezione:9, design bello compatto e solido. Ottima ricezione e audio in chiamata. Riproduzione MP3 buona, migliorabile l’audio in vivavoce;
  3. Usabilità e multimedialità:8,5 e 8 con la versione firmware attuale il telefono è diventato molto più completo nelle sue funzione e nella personalizzazione. Da implementare, speriamo nel nuovo PR1.3, l’utilizzo della videochiamata attraverso Skype e programmi simili, e l’abilitazione del led di notifica che attualmente funziona solo come indicatore di carica quando il telefono è attaccato alla rete elettrica. Il lato multimediale è ben supportato soprattutto nella gestione dei contenuti con amplia scelta di come pubblicarli (NFC, BT, Facebook, Twitter, Flickr….). Foto e video sopra la media con una buona resa anche cromatica grazie al display brillante. La caratteristica swipe del Nokia N9 lo rende unico nel suo genere in quanto ad uso ed esperienza;
  4. Applicazioni: 7,5 non che ne sia privo, ripeto che se uno vuole ha tutto ciò che cerca nello Store Nokia ma esistono anche altri store alternativi e sviluppatori indipendenti che ci lavorano. Il voto basso lo devo assegnare perché se lo si confronta con market più forniti e famosi il confronto è perso in partenza. Non per la qualità ma per la scarsa fiducia (a torto assegnata) di cui Nokia N9 gode. Io non sento la mancanza di nulla al momento.

Ulteriori link dove trovare risorse e poter capire l’ecosistema MeeGo sono:

  • http://maemo.org/
  • http://my-meego.com/
  • http://n9-apps.com/
  • http://apps.formeego.org/applications/ (store alternativo)
  • http://www.n9fanclub.com/

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Tag:

argumentative essay on racism youtube

31 gennaio 2012 Nessun commento

I grandi produttori internazionali di smartphones, tra cui Samsung, HTC, Nokia e LG, dichiarano di essere in attesa fino al secondo trimestre per rilasciare i loro nuovi dispositivi, aspettandosi un calo della richiesta di iPhone 4S.

I fornitori di Taiwan hanno comunicato a DigiTimes che i rivali di Apple, nel settore degli smartphones, stanno ritardando il lancio dei loro nuovi prodotti in previsione di un calo delle vendite dell’ultimo dispositivo della mela.

Sulla base di esperienze precedenti, le vendite dell’iPhone 4S rimarranno alle stelle nel primo trimestre del 2012 mentre, nel secondo trimestre, diminuiranno sensibilmente.

Inoltre, il rapporto comunicato dai fornitori di Taiwan indica che le principali aziende produttrici di smartphones, presenteranno i propri modelli al Mobile World Congress, che durerà dal 27 Febbraio al 1 Marzo, ma verranno inseriti nel mercato solo nel secondo trimestre del 2012.

Attenzione però: le fonti di DigiTimes si sono dimostrate spesso poco affidabili e il recente report finanziario di Apple, fa pensare a tutto tranne che a un calo delle vendite del suddetto melafonino.

Dobbiamo, quindi, aspettarci un’infinità di nuovi smartphones per il mese di Marzo?

Via |  AppleInsider

Tag:

Siri: il consumo dati per il suo utilizzo è trascurabile

30 gennaio 2012 Nessun commento

Salvatore Carrozzini | gen 30, 2012

Nelle scorse ore è tornato attuale il dibattito sull’impatto che hanno le nuove funzionalità introdotte con Siri, l’assistente vocale di iPhone 4S, sulla quantità di dati consumati. Il Washington Post è tornato a far menzione dello studio di Arieso che aveva individuato in Siri una delle principali cause del raddoppio del consumo di dati di iPhone 4S rispetto al modello precedente. Tale teoria è stata smentita da diversi analisti, che, dati alla mano, sono tornati a ribadire l’effettivo impatto di Siri sulla rete dati.

Siri consuma, per ogni connessione ai server Apple, 63 kilobytes, un valore confermato sia da un rapporto di alcuni mesi fa di Ars Techinca, che, recentemente, da Gary Morgenthaler che ha lavorato per anni con Nuance Communications, l’azienda che ha sviluppato la tecnologia utilizzata dall’assistente vocale di iPhone 4S.

Ipotizzando che un utente utilizza mediamente Siri per 15 volte al giorno, alla fine del mese il consumo di dati sarà pari a 28 MB, valore non certo in grado di determinare, da solo, il raddoppio dei dati a cui far riferimento Arieso.

Le ragioni per cui iPhone 4S potrebbe consumare una maggiore quantità di dati evidentemente devono essere ricercate altrove. Non è trascurabile, ad esempio, l’impatto delle nuove funzionalità di sincronizzazione dei dati iCloud. Il dato che la recente nota di Gary Morgenthaler vuole ribadire è che l’impatto di Siri sul consumo di dati mensili è trascurabile; dello stesso avviso sembrano essere i principali operatori telefonici europei che hanno avuto modo di confermarlo al dirigente di Nuance Communications.

fonte, via

Seguici anche via feed!


Categoria: fanpagefacebook • featured • iPhone 4S News – Tags: iPhone 4S • Siri

Scopri i prezzi più convenienti

Apple IPHONE 4S 32 GB VODAFONE

iPhone 4S 32 GB Black – Vodafone – UMTS/HSDPA/HSUPA – GSM/EDGE – Wi-Fi – Tecnologia wireless Bluetooth 4.0 – Multi-Touch widescree…

Apple iPhone 4S 16GB Black (ITA)

Telefono UMTS/HSDPA (14,4 Mbps)/HSUPA, iOS 5, iCloud, fotocamera da 8 Mpixel con Flash LED, video HD (1080p) Display Retina da 3.5…

APPLE iPhone 4S White 16GB

Quadriband – UMTS – HSDPA – HSUPA – Bluetooth – Wi-FiFotocamera da 8 Megapixel – Lettore MP3Sistema Operativo Mac OS – GPS integra…

Tag:

Galaxy Nexus: recensione del nuovo Google Phone di Samsung

30 gennaio 2012 Nessun commento

Galaxy Nexus

Il Samsung Galaxy Nexus GT-I9250 è l’ultimo Smartphone Android Google Nexus e arriva sul mercato dopo un lungo periodo di attesa con delle specifiche tecniche impressionanti (anche se non all’altezza delle aspettative) e l’ultima versione del sistema operativo di Google, Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Il Galaxy Nexus è il terzo dispositivo “Pure Google” ed arriva dopo il Nexus One (di HTC) ed il Nexus S (sempre di Samsung). Questo è forse lo smartphone android più atteso della storia oltre ad essere il primo ad avere Android 4.0, anch’esso molto atteso e considerato un punto di svolta nell’evoluzione del sistema operativo mobile sviluppato da Google.

Guardando il Samsung Galaxy Nexus, la prima cosa che si nota sono le dimensioni del display leggermente curvo, un Super AMOLED HD da ben 4,65 pollici e lo spessore paragonabile a quello dell’iPhone 4S (leggermente inferiore nella parte più sottile e leggermente superiore nella parte più spessa).

Galaxy Nexus: Caratteristiche Hardware

Il Samsung Galaxy Nexus ha un processore dual core da 1.2GHz Texas Instruments OMAP 4460, 1GB di RAM e 16GB di memoria interna (il Galaxy Nexus LTE di Verizon è disponibile anche in una versione da 32GB). La GPU è una PowerVR SGX540 da 384MHz.

Lo stesso processore in altri dispositivi è “spinto” fino a frequenze di 1,5GHz, questo va a favore del Galaxy Nexus, che riesce ad ottimizzare i consumi tenendolo l’85% a soli 350MHz ed il resto fra i 700 e gli 850MHz. Solo il 5% del tempo il processore è sfruttato al massimo delle potenzialità.

Lo smartphone è dotato di due fotocamere, quella anteriore da 1.3 megapixel per le videochiamate e quella posteriore (principale) da 5 MP con flash a LED, capace di girare video in Full HD a 1080p a 30 fps. Anche la fotocamera anteriore può girare video in HD ma a 720p (i fps sono sempre 30).

Al Galaxy Nexus non mancano tutti i sensori di cui uno smartphone android non può fare a meno, A-GPS, accelerometro, giroscopio, sensore prossimità e luminosità, bussola digitale. La batteria è da 1750 mAh. Quello che manca a questo dispositivo (n.d.r. una grave mancanza dato che la memoria interna è solo di 16GB) è lo slot per le microSD.

La connettività dello smartphone comprende HSPA+ (fino a 21Mbps in download e fino a 5,76Mbps in upload), quadband GSM/EDGE, WiFi a/b/g/n (2,4GHz e 5GHz), Bluetooth 3.0 + HS, NFC, microUSB, jack audio da 3,5mm e supporto MHL HDMI usando il giusto adattatore.

Il Display del Galaxy Nexus

L’enorme display da 4,65 pollici è dotato di tecnologia super AMOLED HD, da non confondere con la tecnologia (plus) del Samsung Galaxy S II.

display super amoled hd

La risoluzione del Display è 1280×720 pixel con un densità di 315 ppi. Nonostante questo display abbia ricevuto tantissime lodi da parte degli utenti (più o meno fan) non è così straordinario come sembra.

Infatti il display Super AMOLED HD è basato su tecnologia PenTile che utilizza 2 sub-pixel invece di 3 (cosa che invece fanno il display retina dell’iPhone 4 e 4S e il Super AMOLED Plus del Galaxy S2). Questo comporta una perdita del dettaglio e una colorazione che sfocia sul verde/blu intorno ai caratteri. Inoltre, nonostante la risoluzione sia maggiore, per esempio dell’iPhone 4S, il numero dei subpixel è lo stesso, cosa che penalizza la qualità in quanto la risoluzione è “spalmata” su circa un pollice in più di diagonale dello schermo rispetto all’iPhone 4S (per approfondire androidphoneitalia.it).

Ma non tutto il male viene per nuocere, infatti la tecnologia Super Amoled HD non soffre del problema di fondo dei display, anch’essi tanto elogiati, Super AMOLED Plus… infatti, se i neri sono neri, i bianchi sono bianchi e non azzurro/turchese come sul Galaxy S II. Nonostante tutto la qualità del display è ottima, così come la resa dei colori luminosi e vividamente saturi e gli angoli di visione sono molto ampi.

Android 4.0 Ice Cream Sandwich

Il Samsung Galaxy Nexus viene fornito con l’ultima versione di Android, la 4.0 Ice Cream Sandwich, che è considerata da tutti la migliore versione di Android ad oggi (anche se non ho ancora avuto modo di usare quotidianamente ICS non posso dissentire da questa affermazione, dopotutto una versione successiva di un sistema operativo dovrebbe essere migliore della precedente, ma non questo è scontato come ci insegna Windows Vista).

Ice Cream Sandwich

Android 4.0 Ice Cream Sandwich è un aggiornamento massiccio da android 2.3 Gingerbread che, anche grazie alla sua unione con Android 3.x Honeycomb, offre una vasta gamma di nuove funzionalità che rendono il sistema operativo più “user friendly”.

Ice Cream Sandwich è considerevolmente più veloce della versione precedente di Android, inoltre porta con sé alcune interessanti caratteristiche come per esempio il Face Unlock e la rimozione dei tasti “fisici” sotto lo schermo dello smartphone che sono stati integrati nel software (cosa che permette la loro disposizione in basso sul lato “corto” o “lungo” in base all’orientamenteo del dispositivo).

Anche il multitasking è stato nettamente migliorato in Ice Cream Sandwich, le applicazioni recenti infatti possono essere facilmente gestite (grazie al bottone “applicazioni recenti”, quello formato dai due rettangoli) in una pila verticale sulla sinistra (come in Honeycomb).

Android Beam è un’altra caratteristicha che va citata, questa permette, grazie al supporto NFC, di condividere qualsiasi cosa (come foto o contatti) semplicemente avvicinando due smartphone android (dotati naturalmente di sensore NFC).

Android 4.0 Ice Cream Sandwich è quasi sicuramente la migliore versione di Android ad oggi, è la più veloce oltre a portare molte nuove funzionalità. Quello che manca ad ICS è la diffusione, solo dopo un utilizzo di massa, quando si potranno escludere problemi di compatibilità e sicurezza, potrà essere considerata la migliore versione di Android.

Fotocamera, Foto e Video sul Galaxy Nexus

Solo 5 megapixel!” ecco quello che ho pensato, e come me altri lo avranno fatto, quando il Galaxy Nexus è stato presentato. Tutti infatti si aspettavano almeno 8 megapixel per la fotocamera principale dell’attesissimo Google Phone.

Questo però non è necessariamente un difetto, sicuramente una limitazione, ma parziale dato che il sensore è comunque capace di registrare video in Full HD a 1080p.

Sicuramente la fotocamera non è la migliore presente sul mercato smartphone, neanche lontanamente, ma svolge comunque il proprio lavoro decentemente, forse anche grazie all’ottimizzazione fatta al software della fotocamera da Android 4.0, le foto ed i video sono buoni, ma non eccellenti. Ed è proprio per questo che ci chiediamo “perché Samsung non ha messo una fotocamera migliore sul Galaxy Nexus“? Per il prezzo? Penso di no!

Durata della Batteria e Parte Telefonica

Niente da dire sulla parte telefonica del dispositivo, la qualità dell’audio in chiamata è buona, anche la ricezione è ottima, naturalmente è possibile notare variazioni in base alle reti dei diversi operatori.

Il Samsung Galaxy Nexus ha una batteria da 1750mAh, anche se è abbastanza grossa, l’autonomia del dispositivo non è stata proprio eccezionale, c’è di meglio nel panorama smartphone.

La batteria è arrivata fino a sera con un utilizzo normale del Galaxy Nexus come navigazione sul web, qualche chiamata e riproduzione di qualche video; un utente più esigente potrebbe però ritrovarsi col cellulare scarico prima di sera, forse anche a causa del grosso display che richiede molta energia.

Difetti del Galaxy Nexus

Il case del Samsung Galaxy Nexus è realizzato in plastica che, nonostante sia di buona qualità, è sempre plastica, questo diminuisce la senzazione di qualità del materiale e dell’assemblaggio del dispositivo stesso, inoltre la fotocamera non è la migliore sul mercato.

Ma non solo questo, i primi Galaxy Nexus venduti hanno presentato non pochi problemi (ricordate la barra del volume che andava su e giù da sola?), fortunatamente risolti in breve. In alcuni modelli sono stati riscontrati dei problemi anche al multitouch.

Anche il display da 4,65 pollici potrebbe essere considerato “negativamente”, forse è troppo grande, ma è una valutazione troppo soggettiva, c’è a chi piace… basti pensare al Galaxy Note.

Naturalmente nessuno di questi problemi/difetti/mancanze/preferenze è grave, o almeno non è grave su di un dispositivo senza troppe pretese, ma su di un Galaxy Nexus tutto ha un suo peso.

Il migliore dei Nexus?

In valore assoluto decisamente si, ma considerando ogni nexus nel periodo temporale in cui è stato lanciato direi di no… alla sua uscita il Nexus One era il migliore di tutti, nessuno smartphone del tempo si avvicinava alla sua qualità hardware e software, neanche quello che allora era il signore incontrastato degli smartphone e cioè l’iPhone 3GS.

Nexus One

Per il Galaxy Nexus invece è diverso, ci sono almeno mezza dozzina di dispositivi allo stesso livello hardware o superiore, per citarne qualcuno: Motorola RAZR, Samsung Galaxy S II, HTC Sensation XE, iPhone 4S e volendo anche il Nokia Lumia 800.

Conclusioni

Il Samsung Galaxy Nexus è un ottimo smartphone android, uno dei migliori sul mercato. Attualmente è ancora l’unico dispositivo ad avere Android 4.0 Ice Cream Sandwich (a parte qualche Nexus S) ed è questo che lo rende ancora più interessante.

Come già detto però il Galaxy Nexus è stato lo smartphone android in assoluto più atteso, il tempo e le indiscrezioni che hanno preceduto l’uscita di questo dispositivo hanno creato tante aspettative e gli hanno donato un’aura quasi mistica… il nuovo nexus, il nuovo galaxy! Ma queste aspettative sono state rispettate?

Se qualcuno quindi lo considera il migliore smartphone android attualmente sul mercato, qualcun’altro lo considera semplicemente un ottimo dispositivo Android (ed io la penso come questi ultimi).

Il prezzo di lancio del Samsung Galaxy Nexus era di 599€ ma già si trova online intorno ai 500€.

Ps. Questa è la prima recensione in cui proviamo a dare una valutazione numerica al dispositivo in oggetto. E’ un esperimento che speriamo possa dare ai lettori un’informazione aggiuntiva sul prodotto stesso.

Valutazione complessiva: 79/100

Per scrivere questa recensione ho consultato queste fonti: slashgear.com, engadget.com, geeky-gadgets.com, androidphoneitalia.it

Sito Ufficiale: samsung.com/it

Pubblicità

Click Here

Vi è piaciuto l’articolo? Venite a visitare KyWeek.com su Facebook e iscrivetevi al nostro Forum!

Articoli Correlati:

dal tuo sito.

Tag:

Trucchi iPhone: Volete mixare le riprese frontali e posteriori in tempo reale? Usate una scatola di legno!

30 gennaio 2012 Nessun commento

Chi ha un iPhone 4 o 4s spesso si sarà divertito ad usare facetime o fare video switchando pi’ volte dal punto di vista frontale (auto-riprendendosi) a quello posteriore (riprendendo l’ambiente circostante) grazie alla doppia foto/video camera installata in questi modelli. Ma non sarebbe più bello poter creare un video o fare una chiamar facetima, in cui IN DIRETTA si ottenga l’effetto dello split screen, ovvero il mix delle immagini provenienti da entrambe le foto/video camere? Ebbene, da oggi si può’ fare senza il bisogno di una particolare applicazione o complicati software.
Basta usare una scatola di legno, molto particolare (ma semplice da riprodurre, se non si vogliono investire gli 80 dollari che costa). Nel lato anteriore della scatola c’è la fessura su cui far scorrere l’iPhone in posizione landscape, nella lato posteriore c’è invece una sorta di binario su cui far scorrere uno specchietto, con la giusta inclinazione per far apparire sullo schermo di ripresa, a seconda di come ci spostiamo, anche la persona che sta riprendendo in qualità HD (non viene dunque ripresa realmente con la fotocamera frontale, che è invece a bassa risoluzione). Insomma, una cosa semplicissima, ma geniale al tempo stesso, che certo fa risentire della mancanza di “portabilità” dell’intero ambaradan, ma da’ una maggior precisione al concetto “che mi frega della doppia fotocamera, io faccio tutto con l’iPhone 3Gs e lo specchietto”! Se volete invece l’oggetto originale, costa appunto 80 dollari e si chiama Love Box, ma saranno realizzati e venduti solo 100 pezzi (forse per darsi il “tono” di rarità)!
qui sotto un video esplicativo:
Segnalato da Tuaw

Tag:

Redsn0w si aggiorna e arriva alla 0.9.10b5 correggendo ancora una volta i problemi relativi ad iBooks

30 gennaio 2012 Nessun commento

Come vi avevamo annunciato in un precedente post, il tool per il Jailbreak Untethered dell’iOS 5.0.1 arriva alla versione 0.9.10b5. Questa versione comprende un’altro fix per iBooks che riguarda la protezione DRM (Digital Rights Management).

iBooks può rilevare che il dispositivo ha il Jailbreak, e in questi casi potrebbe mostrare delle immagini in modo errato, @planetbeing ha scritto una utility chiamata “crazeles” che aggira il rilevamento del Jailbreak. Questa correzione è simile a “hunnypot”, il fix che @comex scrisse per il jailbreak del firmware 4.x.

Per scaricare la nuova versione potete cliccare su i seguenti link:

Se avete bisogno di aiuto per eseguire il Jailbreak untethered di iOS 5.0.1 seguite QUESTA GUIDA

Ricordiamo che con Redsn0w 0.9.10b4 è possibile eseguire il Jailbreak Untethered dell’iOS 5.0.1 soltanto per i seguenti dispositivi:

  • iPhone 4
  • iPhone 3GS
  • iPod Touch 4G
  • iPod Touch 3G
  • iPad 1

Come al solito, siete liberi di scegliere se installare l’aggiornamento di corona su Cydia oppure ri-eseguire il Jailbreak con la nuova versione di Redsn0w, facendo attenzione a rimuovere la spunta da “Install Cydia” che comparirà in una schermata del programma. Le due operazioni sono equivalenti perché è lo stesso set di file che viene installato.

SUGGERIMENTO: se l’auto-rilevamento del firmware fallisce e redsn0w restituisce l’errore “no identifying data was found”, potete in ogni caso, prima di effettuare il Jailbreak, selezionare manualmente il file IPSW 5.0.1 andando su “Extras –> Select IPSW”.

Tag:

Canalys: il successo di Apple e Samsung preoccupa gli altri concorrenti

30 gennaio 2012 Nessun commento
Anche dalle analisi di Canalys emerge il successo senza precedenti di iPhone 4S: i 37 milioni di unità venduti da Apple nel solo ultimo trimestre superano ogni record precedente, tra cui i 28,3 milioni di cellulari venduti da Nokia nel Q4 del 2010 e superano in numero il totale di tutti gli smartphone venduti 4 anni fa pari a 35,5 milioni. Oltre che documentare ulteriormente il successo di Apple i numeri e i confronti di Canalys offrono una prospettiva interessante sulle dimensioni in costante crescita del settore smarthone a livello globale. In ogni caso la parte più interessante del report riguarda i risultati registrati da Samsung e soprattutto l’anticipazione per quelli attesi dagli altri costruttori concorrenti del settore.

Apple e Samsung stanno competendo da mesi per aggiudicarsi il podio come costruttore più importante del settore per il trimestre e a livello annuale: la battaglia a due nel mercato smartphone è emersa anche dalle precedenti analisi di iSuppli e Strategy Analytics. Il colosso coreano ha presentato una crescita del 30% negli smartphone, ricavi complessivi di 42,1miliardi di dollari e un incremento del 76% nei profitti. Canalys promuove il lancio dei nuovi smartphone Windows Phone Lumia da parte di Nokia ma precisa che per risollevare l’andamento negativo del colosso finlandese occorre proseguire con nuovi lanci, prodotti e lavoro. Secondo la società di analisi Nokia ha venduto 19,6 milioni di smartphone di cui 1milione di Lumia, ciò nonostante i ricavi sono scesi del 21% da 16,6miliardi di dollari del 2010 a 13,2 miliardi nell’ultimo trimestre del 2011.

Infine Canalys anticipa che il grande successo di Apple e Samsung nell’ultimo trimestre del 2011 ha provocato più di un problema per gli altri concorrenti del settore. Gli effetti di quanto accaduto a fine 2011 saranno più visibili quando HTC, LG, Huawei e ZTE presenteranno i rispettivi risultati fiscali attesi tutti entro questa settimana. Nei prossimi giorni Canalys pubblicherà un report completo sul settore smartphone a livello mondiale per il quarto trimestre del 2011.
iPhone 4S

Tag: