Archivio

Archivio per aprile 2015

Le applicazioni in offerta per un periodo limitato in App Store! 30 Aprile 2015

30 aprile 2015 Nessun commento

Ecco a voi tutte le applicazioni e i giochi in offerta per un periodo limitato di tempo su App Store! Scopriamole insieme e scarichiamole tutte!

Source

Tag:

Amazon mette in offerte il Kindle Paperwhite!

30 aprile 2015 Nessun commento

Solo per pochi giorni è possibile acquistare su Amazon gli e-book reader Kindle Paperwhite, con 20€ di sconto sia sul modello base che sul modello 3G. Il Kindle Paperwhite è un lettore di e-book molto interessante, forse tra i migliori della categoria. Il dispositivo permette di leggere come sulla carta, senza riflessi anche alla luce del sole. A differenza di uno schermo retroilluminato, Paperwhite guida la luce lungo la superficie dello schermo grazie alla luce integrata. In questo modo, viene evitato che la luce arrivi direttamente negli occhi. La luminosità dello schermo può essere regolata in qualsiasi momento. Lo schermo ad alta risoluzione permette di scegliere tra diversi caratteri, tutti ben definiti. I libri si aprono e le pagine si voltano più velocemente, per una lettura più fluida rispetto ai modelli precedenti. Inoltre, questo modello utilizza la più recente tecnologia per gli schermi touch capacitivi, per rispondere con precisione al tocco più lieve e allo stesso tempo evitare cambi di pagina accidentali. Una sola carica può durare fino a 2 mesi. Il modello 3G è sempre connesso gratuitamente alla rete 3G per acquistare e scaricare eBook in ogni momento, senza essere constretto a cercare un hotspot Wi-Fi. Il servizio non richiede alcun contratto o abbonamento mensile. Senza alcuna configurazione, il Kindle Paperwhite 3G è connesso e pronto all’uso dal momento in cui lo ricevi. Kindle Paperwhite è ora disponibile in offerta su Amazon, sia nella versione Wi-Fi (da 129 a 109 euro) sia nella versione 3G (da 189 a 169 euro). L’offerta durerà fino al 10 maggio.

Source

Tag:

Tim e Huawei sperimentano l’LTE Broadcast in Italia

30 aprile 2015 Nessun commento

Parte oggi il primo test in Italia della tecnologia LTE Broadcast, realizzato da Tim e Huawei. L’obiettivo è portare nel nostro paese la mobile TV di nuova generazione, che permetterà di accedere ai contenuti in diretta in HD tramite rete LTE. La tecnologia LTE Broadcast consente di visualizzare video e contenuti multimediali ad alta definizione anche a 4k, con un solo flusso trasmissivo di dati. In questo modo, è possibile erogare le immagini a un numero potenzialmente illimitato di utenti mobili, anche in luoghi affollati affollati come uno stadio di calcio. L’LTE Broadcast consente all’utente anche di seguire in tempo reale sullo schermo del proprio dispositivo diversi eventi live che si svolgono contemporaneamente. TIM e Huawei hanno effettuato il primo test allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, in collaborazione con l’AC Milan, durante partita di calcio Milan – Genoa. Il test ha consentito ad un gruppo di trialist selezionati di provare la tecnologia LTE Broadcast e visualizzare su tablet tre partite giocate in contemporanea (Sassuolo–Roma, Juventus–Fiorentina e Sampdoria–Verona). Il tutto con una qualità HD. A questa prima iniziativa seguiranno altri momenti dimostrativi durante Expo 2015.  

Source

Tag:

Come scattare uno screenshot su Apple Watch – Focus

30 aprile 2015 Nessun commento

In questo focus dedicato anche questa volta ad Apple Watch vi parliamo di come eseguire sull’orologio di Apple una delle operazioni forse più utili e meno conosciute: scattare uno screenshot. Per scattare uno screenshot su Apple Watch non dovrete far altro che “svegliare” l’orologio dallo standby (semplicemente alzando il polso oppure premendo uno qualsiasi dei pulsanti) e quindi premere contemporaneamente gli unici due tasti fisici presenti sul bordo del dispositivo, ossia la Corona Digitale e il pulsante di “azione” (quello che consente di accedere a Digital Touch, ad Apple Pay, alla schermata di spegnimento, ecc). Premete questi due tasti insieme e qualora non notiate nulla dopo la prima prova, provate a tenerli premuti per circa un secondo, sempre insieme. Rispetto agli screenshot scattati su iPhone, infatti, per acquisire quelli di Apple Watch sarà necessario premere e mantenere premuti i pulsanti più a lungo. Una volta acquisiti, gli screenshot saranno automaticamente trasferiti dall’Apple Watch alla Libreria Foto del vostro iPhone (ed eventualmente sincronizzati tramite iCloud su altri dispositivi iOS o OS X) pronti per essere condivisi con maggiore semplicità tramite qualsiasi applicazione.

Source

Tag:

Tasse in Irlanda e Apple: l’azienda rischia una multa da 2,5 miliardi di dollari

30 aprile 2015 Nessun commento

Apple ha pubblicato il rapporto trimestrale 10-Q, fornendo ulteriori dettagli sulle proprie finanze. In particolare, l’azienda avverte i suoi azionisti sulla possibilità di una sanzione da parte dell’Unione Europea, in seguito alla questione sul regime fiscale agevolato in Irlanda. L’11 giugno del 2014, la Commissione Europea ha comunicato l’avvio di un’indagine formale contro l’Irlanda per presunti aiuti di stato ad Apple. La decisione di iniziare l’indagine è partita dai movimenti di Apple in Irlanda che, secondo la Commissione, sarebbero serviti a pagare meno tasse in europa creando due società controllate. Se a fine procedimento l’Irlanda sarà considerata colpevole di aiuti di stato a diverse aziende (Apple compresa), queste società sarebbero obbligate a pagare 10 anni di tasse arretrate. Il Financial Time ha stimato che una multa di questo tipo per Apple si aggira intorno ai 2,5 miliardi di dollari. Ovviamente, l’azienda non potrebbe nemmeno più beneficiare delle imposte ridotte vigenti in Irlanda. [via]

Source

Tag:

Apple Watch: la nostra Galleria Fotografica

30 aprile 2015 Nessun commento

Come per ogni nuovo prodotto, iPhoneItalia mantiene le sue tradizioni. Come antipasto della giornata di oggi vi forniamo la nostra Galleria Fotografia completa sul nuovo Apple Watch, analizzando ogni piccolo particolare, in foto e testi, dello smartwatch di Apple. Sul design di Apple Watch si può dire davvero poco: è senza dubbio uno degli smartwatch più belli in commercio e la raffinatezza dei particolari la sia apprezza già dal modello Sport, la versione più economica e quella che probabilmente è diventata o comunque diventerà la più diffusa. Ma in questo articolo saranno le immagini a parlare, quindi vi lasciamo a loro. Leggete le didascalie sotto ognuna per avere dettagli aggiuntivi sulla foto. Apple Watch Sport, 38mm Bianco. Parte posteriore. Logo “Apple Watch” e indicazione del modello. Corona Digitale e pulsante di accensione/spegnimento, quest’ultimo utile anche per richiamare Tocco Digitale. I dettagli in questo orologio sono davvero incredibili. Ed è solo il modello Sport! Vista d’insieme con particolare sulle icone delle applicazioni. Sezione “Viste”, in questo caso con un’anteprima dell’app Meteo. Vista laterale. Apple Watch è meno spesso di quanto potesse sembrare dalle immagini su Apple.com Apple Watch da 38mm al polso. Non per tutti i polsi, ma nemmeno solo per donne. Fateci sapere cosa ne pensate delle foto e del design di Apple Watch nei commenti!

Source

Tag:

Microsoft invita le app iOS e Android ad andare su Windows 10

30 aprile 2015 Nessun commento

Sul palco della BUILD Conference di Microsoft, Terry Myerson ha confermato che l’azienda sta per lanciare un servizio che renderà più semplice per gli sviluppatori portare le applicazioni Android e iOS sul Windows Store. Per rendere tutto questo possibile, gli smartphone Windows includeranno un sottosistema Android, per cui gli sviluppatori potranno usare il codice Java e C++ già sfruttato proprio per realizzare le app del sistema Google. Invece, gli sviluppatori iOS potranno compilare le app in Objective C tramite Visual Studio di Microsoft, così da poter creare vere e proprie app Windows 10. Si tratta di una novità importantissima, perchè per la prima volta Microsoft apre le porte agli sviluppatori, offrendo loro strumenti ripresi in primis dalla concorrenza. In questo modo, l’azienda spera di convincere il maggior numero di dev a portare le app anche sul Windows Store, vero tallone d’Achille di tutto l’eco-sistema Microsoft. [via]

Source

Tag:

Apple assume alcuni famosi nomi da BBC Radio 1 per il suo servizio di streaming musicale

30 aprile 2015 Nessun commento

Quando Apple ha acquisito Beats, ha acquisito insieme alla divisione hardware anche un servizio di musica in streaming. Ormai le voci che parlano di un interessamento a questo servizio sono tantissime e sembra sempre di più che Apple voglia rinnovarlo e integrarlo nella sua offerta di servizi all’utente. Proprio a questo proposito ora scopriamo anche che la società di Cupertino ha assunto quattro nomi molto importanti dalla BBC Radio 1. Parliamo di Zane Lowe, James Bursey, Natasha Lynch e Kieran Yeates. Che Apple abbia in mente qualche piano per la creazione di un servizio di streaming lo si sapeva già, ma ora sembra che le cose continuino a crescere. Attendiamo notizie e aspettiamo la rivelazione di un nuovo servizio che potrà competere con gli attuali servizi di streaming musicale. Fonte: CultOfMac

Source

Tag:

Apple: le applicazioni per la ricerca sulla salute dovranno ricevere l’approvazione da un comitato sull’etica

29 aprile 2015 Nessun commento

Apple ha pubblicato nuove linee guida che imporranno alle applicazioni per la ricerca sulla salute di ricevere l’approvazione da un comitato sull’etica. Apple ha aggiunto una clausola nelle linee guida di App Store per gli sviluppatori che sottolinea come sia necessario ricevere un’approvazione da parte di un comitato indipendente sull’etica per pubblicare applicazioni dedicate alla ricerca sulla salute. Apple aveva inizialmente consigliato agli sviluppatori interessati ad usare il nuovo framework open-source ResearchKit per le ricerche a scopo medico di ricevere l’approvazione di un comitato sull’etica, ma questa indicazione è passata da un consiglio a un obbligo vero e proprio. 27.10 le applicazioni relative alla ricerca di soggetti umani in ambito salute devono ricevere l’approvazione di un comitato sull’etica indipendente. La prova di tale approvazione dovrà essere fornita al momento della richiesta. Con il lancio dell’Apple Watch la compagnia di Cupertino ha modificato più volte, negli ultimi giorni, le proprie linee guida, come testimoniato anche dal divieto agli sviluppatori di pubblicare app per Apple Watch semplicemente dedicate a indicare l’ora. Fonte: 9to5Mac

Source

Tag:

Si può fare la doccia con l’Apple Watch?

29 aprile 2015 Nessun commento

Apple ha più volte ribadito che è possibile fare la doccia con l’Apple Watch, visto che il dispositivo rispetta lo standard IPX7, e i primi test hanno confermato che il dispositivo può essere addirittura immerso in piscina fino ad un metro di profondità e per un tempo che non deve superare i 30 minuti. iMore ha però avuto un’esperienza diversa… La doccia produce getti d’acqua ad alta pressione, e l’alta pressione può causare problemi se l’acqua tocca direttamente alcuni punti dell’Apple Watch. Secondo iMore, anche se l’orologio Apple è certificato IPX7, questo non significa che sia immune dai forti getti d’acqua. Questo standard ne assicura il funzionamento se l’Apple Watch entra a contatto con il sudore e la pioggia, o con l’acqua quando ci laviamo le mani. Non può, pero, resistere in alcune situazioni, che la stessa Apple specifica in un documento relativo all’Apple Watch: Apple Watch non può essere immerso in acqua per lunghi periodi Non è possibile nuotare o fare il bagno con Apple Watch E’ sconsigliato esporre l’Apple Watch all’acqua pressurizzata o a forti getti d’acqua (ad esempio sotto la doccia, o durante sci d’acqua, wakeboard, sci nautico e così via). Non indossare Apple Watch in sauna o in bagni di vapore iMore ha testato personalmente il problema del getto d’acqua: se sotto la doccia questo getto entra a contatto con alcuni ingressi dell’Apple Watch, il dispositivo potrebbe avere problemi. Dopo la doccia, infatti, Siri non funzionava perché il microfono non riusciva più a percepire la voce dell’utente. Per risolvere la situazione, iMore ha dovuto asciugare l’Apple Watch con un panno e aspettare diversi minuti. Insomma, meglio togliersi l’Apple Watch quando facciamo la doccia e non rischiare.

Source

Tag: