Archivio

Archivio per giugno 2015

Come disattivare da ora il rinnovo automatico di Apple Music dopo i tre mesi gratuiti

30 giugno 2015 Nessun commento

Apple Music è ormai realtà e in tanti hanno già attivatola prova gratuita che dura 90 giorni. Al termine di questi tre mesi, l’abbonamento sarà rinnovato automaticamente al prezzo di 9,99€ mensili, a meno che non disabilitiate l’apposita opzione dalle impostazioni del vostro account. Per disattivare fin da ora il rinnovo automatico di Apple Music non dovete far altro che seguire questi passaggi: 1. Aprite l’app Musica 2. Cliccate sull’icona dell’account in alto a sinistra 3. Cliccate su Visualizza ID Apple e inserite la vostra password 4. Cliccate su “Gestisci” sotto la voce “Abbonamenti” 5. Disattivate la voce “Rinnovo automatico” in basso. Disattivando questa voce avrete comunque diritto ai tre mesi di prova gratuiti, senza dover effettuare nessun altra operazione.  

Source

Tag:

Apple Music: cosa è, come funziona e quanto costa – VIDEO

30 giugno 2015 Nessun commento

Come molti di voi, anche noi abbiamo iniziato a provare da qualche ora Apple Music. In questo articolo ed in particolare nel video allegato, andiamo a vedere in funzione Apple Music su di un iPhone aggiornato ad iOS 8.4. Scopriamo quindi insieme il nuovo servizio per l’ascolto di musica in streaming di Apple! E voi, cosa ne pensate di Apple Music? Sorpresi dal servizio? Pensate di confermarlo pagando la quota di abbonamento anche dopo i primi tre mesi di prova gratuita?

Source

Tag:

Apple Music è online, ma dov’è iTunes 12.2?

Apple ha provveduto ad aggiornare e rendere compatibili i propri dispositivi mobile con il nuovo servizio Apple Music: ma dov’è iTunes 12.2 per Mac e Pc? Al momento in cui scriviamo è ancora un mistero. Apple ha promesso di rilasciare Apple Music e il relativo software per accedere al servizio l’ultimo giorno di giugno ed effettivamente, al momento in cui stiamo scrivendo quest’articolo, le promesse sono state mantenute eccetto una: dov’è iTunes 12.2?  Secondo quanto Apple stessa aveva scritto sulla pagina che porta al download di iTunes per Mac e Pc non manca molto al rilascio della versione di iTunes che abiliterà il servizio Apple Music su tutti i Mac e Pc compatibili con il nuovo software, ma la scritta sembra ora essere scomparsa. Anche attraverso il forum di supporto Apple ufficiale non si parla d’altro: quando Apple rilascerà il nuovo software? Apple stessa ha dichiarato, attraverso l’assistenza online, che il software non dovrebbe tardare molto, ma tale attesa sta rendendo, in alcuni casi, impossibile accedere ai brani precedentemente caricati su iCloud attraverso iTunes Match e che magari non sono stati scaricati sul proprio Mac o Pc. Come se non bastasse non è al momento possibile accedere alla diretta di Beats1 online live dalle 18 ora italiana: i talk show e gli approfondimenti partiranno comunque solo da domani momento in cui dovrebbe essere disponibile la versione di iTunes compatibile con il servizio. Le pagine di supporto di Apple sembrano comunque già pronte ad accogliere il nuovo software: Apple ha provveduto ad inserire il nuovo logo di iTunes e ha già aggiunto, almeno in alcune pagine, alcuni degli screen del programma aggiornato alla prossima versione. Fortunatamente i dispositivi iOS aggiornati alla versione 8.4 vengono riconosciuti da iTunes 12.1.2 e ciò vi permetterà comunque di effettuare eventuali sincronizzazioni e backup. Ci auguriamo davvero

http://www.coroiubilate.com/essays-on-empathy/

Tag:

eco slim official website guide

30 giugno 2015 Nessun commento

Ci siamo, Apple ha rilasciato iOS 8.4 con la nuova app Musica e con Apple Music. Andiamo a vedere come spostarci e come usare l’interfaccia di questa nuova applicazione che cambia drasticamente rispetto al passato. Molti utenti potrebbero trovarsi in difficoltà nel cercare determinate funzioni all’interno dell’app musica. Ecco perchè andiamo ad analizzare tutta l’app e cerchiamo di spiegare quali sono i cambiamenti rispetto alla vecchia versione. La nuova app musica si compone di diverse sezioni. Ovviamente supponiamo in quest’articolo che voi abbiate attivato Apple Music, almeno per il periodo di prova, in modo da spiegarvi cosa significa ogni pulsante. Nella prima sezione troviamo la musica scelta per noi. Questa sezione si chiama “per te” e raggruppa tutti gli artisti e le playlist che si avvicinano ai nostri gusti musicali. I nostri gusti possono sempre essere espansi e perfezionati dalla sezione del nostro account in alto a sinistra. Basterà aggiungere nuovi generi o artisti oppure andare a mettere il marker dei preferiti sulle varie canzoni e playlist durante l’ascolto. Qui quindi troveremo tutti i brani e le playlist che ci possono interessare. Cliccando su una playlist avremo a disposizione la possibilità di aggiungerla alla nostra musica, di condividerla, di contrassegnarla come preferita e di renderla disponibile offline (possiamo farlo anche con ogni singolo brano). Dalla seconda sezione si accede alle novità, che possiamo scegliere genere per genere. Troveremo qui le novità in primo piano, scelte con cura dagli addetti di Apple Music. Anche qui la nuova app ci permette di aggiungere i brani alla nostra musica e di contrassegnare i preferiti. La terza sezione riguarda la radio e comprende tutti i generi più diffusi, insieme alla famosa Beats 1. La penultima sezione è quella dedicata a Connect, che non è altro che un social che ci

Source

Tag:

Fallisce il ricorso di Apple: pagherà 450 milioni di dollari per il caso ebook!

30 giugno 2015 Nessun commento

Secondo quanto riportato dall’antitrust, Apple avrebbe incoraggiato a gonfiare i prezzi degli ebook poco prima del lancio dell’oramai famoso iBooks Store: l’azienda è stata ora condannata definitivamente al pagamento di 450 milioni di dollari! La Corte d’Appello statunitense ha confermato la colpevolezza di Apple nel caso iBooks Store: l’azienda è accusata di aver incoraggiato le varie case editrici a gonfiare i prezzi degli ebook che, solo qualche tempo dopo, sarebbero stati venduti attraverso lo store digitale di Apple stessa. Secondo la Corte d’Appello Apple avrebbe minato la concorrenza di questo mercato oltre ad aver beneficiato di maggiori introiti proprio derivanti dalla vendita dei libri attraverso iBooks Store. Nella sentenza si parla della violazione riportata nella prima sezione dello Sherman Act. Apple vuole lasciarsi questa storia alle spalle e afferma, attraverso un’intervista appena rilasciata, che nel 2010 nulla è stato fatto violando la legge e per questo sono in programma nuove mosse. L’azienda di Cupertino pagherà 400 milioni di dollari come risarcimento nei confronti dei clienti e 50 milioni per le spese legali. Se la Corte d’Appello avesse potuto riconsiderare la posizione di Apple, la sanzione complessiva sarebbe stata di 70 milioni di dollari. [via]

Source

Tag:

In arrivo anche TaiG per iOS 8.4: “PP25 Ghost è un Jailbreak rubato a noi!”

30 giugno 2015 Nessun commento

Personalmente l’avevo previsto. Lo strano rilascio di TaiG Jailbreak 2.1 a pochi giorni da iOS 8.4 non poteva che significare una cosa: gli hacker cinesi sapevano già che il loro jailbreak avrebbe funzionato anche su iOS 8.4 (probabilmente l’avevano provato sull’ultima beta) ed erano così sicuri di non “sprecare” un exploit a pochi giorni dal rilascio dell’aggiornamento che abilita Apple Music. E infatti è andata proprio così, anche se a mettere i bastoni tra le ruote a TaiG è stata PP25 con il suo jailbreak “Ghost”, apparentemente rubato alla stessa TaiG, che comunque aggiornerà il programma già utilizzato per il jailbreak di iOS 8.1.3, 8.2 e 83 anche per il nuovo iOS 8.4. Vi spieghiamo tutta la vicenda e come consigliamo di procedere di seguito. Iniziamo da qualche giorno fa. TaiG rilascia un nuovo jailbreak per iOS 8.1.3, 8.2 e 8.3 denominato “TaiG Jailbreak 2.1″. Migliaia di persone scaricano il programma ed eseguono il Jailbreak sui propri dispositivi, pochi giorni prima del rilascio di iOS 8.4, preparandosi a rinunciare ad Apple Music. Torniamo nel passato recente: arriva iOS 8.4. PP25 Jailbreak annuncia, dopo solo tre ore dal rilascio di Apple, il nuovo tool per il jailbreak denominato “PP25 Ghost”. TaiG fa notare, su Twitter, che questo jailbreak utilizza degli exploit “rubati” al team senza che loro ne fossero al corrente. In sostanza, il lavoro di TaiG è stato rimascherato da PP25 ed utilizzato per un tool per il jailbreak a loro nome. Una pratica senza dubbio poco corretta che viola non solo alcune licenze del mondo dello sviluppo, ma anche alcuni valori morali sconosciuti al team PP25, già noto per aver spesso diffuso software che consentono il download di applicazioni pirata. Per questo motivo, e come da programma, TaiG ha confermato di essere al lavoro per aggiornare TaiG

Source

Tag:

TaiG rilascia il Jailbreak “ufficiale” per iOS 8.4: scaricalo ora!

30 giugno 2015 Nessun commento

Ed eccolo, puntuale e come previsto, il vero jailbreak untethered di iOS 8.4 realizzato dagli hacker che hanno legittimamente ottenuto l’exploit e quindi il “diritto” di prendersi adesso i meriti: TaiG Jailbreak Tool, versione 2.2.0, è il nuovo jailbreak di iOS 8.4, per tutti i dispositivi, rilasciato da TaiG Team. A seguire i link per il download e a breve la guida completa all’utilizzo. Il rilascio di TaiG per iOS 8.3, 8.2 e 8.1.3 non era stato casuale qualche giorno fa. Gli hacker cinesi avevano probabilmente verificato il funzionamento degli exploit su iOS 8.4 e, mancando pochi giorni al rilascio ufficializzato di questo aggiornamento e di Apple Music, l’azienda di Cupertino non avrebbe avuto tempo per correre ai ripari. Così è stato e – furti del team PP25 a parte – il primo jailbreak per iOS 8.4 è ancora una volta TaiG, che funziona come sempre ma che ora arriva alla versione 2.2.0 ed installa Cydia anche sull’ultima versione pubblica di iOS. TaiG Jailbreak Tool 2.2.0 è disponibile ora per il download, nella sola versione per Windows, da questa pagina.

Source

Tag:

Apple Music: ricerca brani, radio, Connect, prime impressioni e tutto quello che c’è da sapere

30 giugno 2015 Nessun commento

Apple Music è finalmente realtà e ora possiamo ascoltare in streaming milioni di brani presenti su iTunes. Il servizio offre anche tante altre funzioni, che andremo a vedere nel dettaglio in questo articolo. Prima di procedere, vi ricordiamo che qui potete scoprire come attivare Apple Music, mentre in questo articolo troverete tutte le info per configurare al meglio questo servizio. Per te La sezione “Per te” contiene tutte le playlist, gli artisti e gli album consigliati da Apple Music in base alle nostre preferenze iniziali e ai nostri ascolti successivi. La schermata è divisa in diverse schede, ognuna dedicata ad una tipologia di artista o di genere musicale. Cliccando sulla scheda, si aprirà la playlist con l’elenco di tutti i brani che possiamo riprodurre in modo casuale, seguendo la sequenza scelta da Apple Music o selezionando un brano specifico. Senza aprire la scheda, possiamo comunque iniziare la riproduzione della playlist semplicemente cliccando su “Play” in basso a destra. Novità Qui sono presenti le novità proposte da Apple Music, divise tra “Nuova Musica”, “Tracce in evidenza”, “Ultime Uscite”, “Top Brani”, Playlist in base a situazioni particolari (qui trovate playlist per attività all’aperto come barbecue e uscite con gli amici), Playlist trovate su Connect (il social network legato ad Apple Music), le Playlist consigliate dalla redazione (divise per genere), le playlist divise per attività (quindi durante lo sport, il lavoro, mentre si guida, atmosfera romantica e così via…), le playlist consigliate da esperti di Shazam, VICE e altri servizi, video condivisi su Connect dagli artisti, video consigliati dalla redazione, novità in primo piano, “Essential” (i brani ever green) e playlist di concerti live. La ricerca Da qualsiasi schermata di Apple Music possiamo effettuare una ricerca per trovare un artista, un album o un brano specifico. Cliccando sulla

Source

Tag:

Come attivare e configurare Apple Music

30 giugno 2015 Nessun commento

Con iOS 8.4, possiamo finalmente utilizzare Apple Music: ecco quali sono i primi passi da seguire per configurarlo e iniziare ad ascoltare milioni di brani. Dopo aver aggiornato il vostro iPhone ad iOS 8.4, lanciate l’app Musica e cliccate su “Inizia la prova gratuita di 3 mesi” per configurare Apple Music. Se, invece, volete ascoltare le vostre playlist sincronizzate con iTunes, cliccate su “Vai alla mia musica”. Qui vogliamo concentrarci su Apple Music. Dopo aver cliccato su “Inizia la prova gratuita”, puoi scegliere il tipo di abbonamento, che sarà automaticamente rinnovato finché non lo disattiverai dal tuo account Apple Music. Gli abbonamenti sono due: quello individuale costa 9,99€ al mese dopo il periodo di prova, mentre quello Famiglia consente di utilizzare Apple Music fino a 6 persone, tutte collegate alla stessa carta di credito. In questo caso, il prezzo è di 14,99€ al mese dopo il periodo di prova. Dopo aver attivato l’iscrizione, avrai a disposizione anche la libreria musicale di iCloud, che invia ad Apple le informazioni sulla tua libreria musicale e le archivia, così puoi accedervi da tutti i tuoi dispositivi. Una volta selezionato il tipo di abbonamento, bisogna inserire la password del nostro ID Apple (o utilizzare il Touch ID per l’autenticazione). La procedura di iscrizione è terminata, ora potete utilizzare Apple Music. Attenzione: l’abbonamento sarà rinnovato automaticamente dopo i tre mesi gratuiti, a meno che non disattivi questa opzione prima di 24 ore dalla scadenza. Per annullare il rinnovo automatico o gestire i tuoi abbonamenti, devi accedere nell’apposita pagina Apple.  

Source

Tag:

Primi passi con Apple Music: configurazione Account e scelta della nostra musica preferita

30 giugno 2015 Nessun commento

Dopo aver attivato Apple Music, è il momento di organizzare al meglio il servizio in base alle nostre esigenze. In questo articolo elencheremo tutti i passaggi da seguire per configurarlo al meglio. Apriamo l’applicazione Musica e configuriamo il nostro account, cliccando sull’icona in alto a sinistra. Qui possiamo cambiare nome e nickname che saranno visualizzati dagli altri utenti insieme ai nostri commenti su Connect e alle playlist che condividiamo. Dalla stessa pagina possiamo inserire anche un avatar, selezionando un’immagine o scattando una foto al volo.  Sempre dalla schermata Account, noterete la voce “Segui Già”, che mostra gli artisti selezionati da Apple Music in base ai brani presenti nella nostra libreria. Torniamo nel menu principale e rechiamoci nel tab “Per te” in basso a sinistra. Qui possiamo utilizzare le bolle rosa per scegliere i generi che amiamo di più, tra i vari “Rock italiano”, “Cantautori”, “World”, “Classica”, “Metal”, “Pop italiano”, “Pop Internazionale”, “Jazz” e così via. Un tocco sulla bolla rappresenta un “mi piace” minore, mentre un doppio tocco rappresenta un “mi piace” di livello superiore. In base ai generi scelti, il secondo step mostrerà una serie di cantanti e band. Anche qui dovremo effettuare una selezione, così Apple Music inizierà a capire i nostri gusti musicali. Se nel primo elenco non troviamo nulla che ci interessa, possiamo cliccare su “Altri artisti” in basso a destra. Terminata la scelta, possiamo iniziare ad utilizzare Apple Music a tutti gli effetti! Nella sezione “Per te”, ora verranno proposti brani, album e artisti che si basano sulle nostre scelte iniziali. Ovviamente, ascoltando altri brani, Apple Music imparerà a conoscere meglio i nostri gusti e a proporci altri brani. Fantastiche le presentazioni di ogni playlist, con descrizione in italiano del genere e degli artisti. Nel menu in basso abbiamo poi

Source

Tag: