Archivio

Archivio per febbraio 2016

Su Amazon puoi acquistare e prenotare tutti i film protagonisti degli Oscar 2016

29 febbraio 2016 Nessun commento

La notte degli Oscar è ormai passata, ma su Amazon iniziano le offerte per prenotare o acquistare tutti i film protagonisti dell’ultima premiazione.

Collegandoti a questa pagina, puoi già da ora effettuare una prenotazione su film come “Il Ponte delle Spie” o “The Revenant”, oppure acquistare immediatamente film come Mad Max Fury Road e The Martian.
Allora cosa aspetti, collegati qui e fai la tua scelta!
Link all’articolo originale: Su Amazon puoi acquistare e prenotare tutti i film protagonisti degli Oscar 2016

Source

Tag:

iPhone 4S e iOS: un nuovo video mostra la velocità del device da iOS 5 ad iOS 9

29 febbraio 2016 Nessun commento

E’ apparso su YouTube un nuovo video realizzato da EverythingApplePro che mostra le differenze di velocità e di prestazioni sui vari firmware per iPhone su un iPhone 4S. I test coinvolgono tutti gli iOS da iOS 5 ad iOS 9.

Questo video vuole mostrare le differenze di prestazioni tra i vari firmware per iPhone sullo stesso terminale. L’iPhone testato è l’iPhone 4S e i firmware sono iOS 5, iOS 6, iOS 7, iOS 8 e iOS 9.
Nel video è possibile vedere quali sono stati i progressi e i peggioramenti delle prestazioni sui vari iOS montati su iPhone 4S.
Vi lasciamo al video:

Fateci sapere se le prestazioni riscontrate nel video di EverythingApplePro corrispondono a quelle dei vostri iPhone 4S.
Fonte: RedmondPie
Link all’articolo originale: iPhone 4S e iOS: un nuovo video mostra la velocità del device da iOS 5 ad iOS 9

Source

Tag:

Tim Cook potrebbe essere arrestato se Apple non collaborerà con l’FBI

29 febbraio 2016 homework help in economics

Nella vicenda Apple-FBI, la situazione potrebbe farsi più spinosa di quanto non lo sia già: nelle ultime ore, circola la voce che Tim Cook potrebbe teoricamente essere arrestato se la sua azienda continua a rifiutare l’ordine dell’FBI relativo allo sblocco dell’iPhone appartenente ad uno delle vittime di San Bernardino. Intanto, è stata resa nota la testimonianza dell’avvocato Sewell che domani si presenterà davanti alla Commissione di Giustizia.

Si tratta di un’eventualità molto remota, anche se possibile. In pratica, Tim Cook potrebbe essere ritenuto personalmente responsabile per aver sfidato un ordine del tribunale. Ovviamente, questa opzione si verificherebbe solo se si arrivasse davanti alla Corte Suprema ed Apple continuasse a rifiutare l’ordine del governo.
Alcuni esperti in diritto fanno sapere che è più probabile un rischio per Apple in quanto azienda, molto probabilmente tramite una cospicua multa. Ad esempio, nel 2007 il governo degli Stati Uniti minacciò Yahoo con una multa che poteva arrivare fino a 250.000$ al giorno se l’azienda si fosse rifiutata di fornire alcuni dati.
Chiaramente si tratta di discorsi prematuri, visto che la prima udienza ufficiale sulla questione si terrà solo nei prossimi giorni.
Intanto, il Senato degli Stati Uniti sta valutando la proposta di Tim Cook per la creazione di una Commissione che possa discutere su questa tematica. La commissione sarà composta da  membri del congresso, dalle aziende tecnologiche, dalle associazioni che appoggiano la proposta dell’FBI e da altri parti interessate.
Domani ci saranno le prime testimonianze davanti alla Commissione di Giustizia della Camera, e il testimone Apple sarà l’avvocato Bruce Sewell, che ha già pubblicato la sua dichiarazione di apertura:
Grazie Signor Presidente. E’ un piacere comparire davanti a voi e alla commissione di giustizia per conto di Apple. Apprezziamo il vostro invito e la possibilità di essere parte della discussione su questa importante questione che è incentrata sulle libertà civili del

http://www.cercleindustrie.eu/

Tag:

http://www.fundacionnipace.org/goji-cream-gia-bao-nhieu-mua-o-dau-hcm/

29 febbraio 2016 Nessun commento

Stando a quanto riportato da un nuovo report di Ming-Chi Kuo, il setup con doppia fotocamera potrebbe essere un’opzione per i nuovi iPhone 7 Plus e non essere quindi disponibile per tutti i modelli.

Si sono susseguiti tanti rumor sul nuovo iPhone 7 e uno di questi parlava di un setup a doppia fotocamera per il modello Plus. Ora un nuovo report suggerisce che la doppia fotocamera potrebbe non essere presente su tutti modelli di iPhone 7 Plus.
iPhone 7 non dovrebbe integrare la doppia fotocamera mentre iPhone 7 Plus si, anche se non su tutte le versioni. Dalla nota agli investitori pubblicata da Kuo, si legge che gli iPhone 7 Plus potrebbero essere resi disponibili in due varianti quindi, una con fotocamera singola e una con doppia fotocamera. 
Ricordiamo che un setup a doppia fotocamera potrebbe essere utile per ottenere foto più nitide, con una gestione di luci e colori più avanzata e un risultato complessivo migliore.
Fonte: BGR
 
Link all’articolo originale: iPhone 7 Plus in versione single-camera e dual-camera?

Source

Tag:

Carichiamo il nostro iDevice in qualsiasi circostanza grazie a Indestructible PowerPack 2000

29 febbraio 2016 Nessun commento

Indestructible PowerPack, il powerbank a prova di urto

Source

Tag:

Google Maps inserisce le tappe durante la navigazione

29 febbraio 2016 Nessun commento

Un piccolo aggiornamento che porta con se una nuova funzione molto utile

Source

Tag:

[MWC] Elari CardPhone, l’anti smartphone

29 febbraio 2016 Nessun commento

Volete trasformare il vostro iPhone in un Dual Sim? Ecco la soluzione di Elari

Source

Tag:

Apple vuole tenere vivo lo slogan Think Different?

29 febbraio 2016 Nessun commento

Da quanto riportato da Patently Apple, sembra che Apple voglia tenere vivo lo slogan “Think Different”. La società californiana ha infatti rinnovato il trademark dello slogan caratteristico.

Sono passati molti anni da quando Apple ha utilizzato il suo famoso slogan pubblicitario “Think Different” ma la società di Cupertino sembra voler tenere vivo il famoso mantra. Apple non vuole che questo importante messaggio vada nel dimenticatoio e ha deciso di rinnovare il marchio registrato associato allo slogan.
Apple potrebbe voler associare lo slogan in questione ad altre tipologie di prodotto, rispetto ai soli Mac come in passato. Ora, questo non significa necessariamente che vedremo nuovi spot pubblicitari improntati sullo slogan in questione.
Sebbene Tim Cook conservi una copia di uno degli annunci pubblicitari “Think Different” nel suo ufficio ed Apple continui a portare avanti l’idea del “pensare fuori dagli schemi”, la situazione attuale della società è parecchio diversa da quella degli anni ’90. Lo scenario è cambiato e, questo slogan, potrebbe non avere più efficacia al giorno d’oggi. In sostanza, il “Think Different” ha portato grandi risultati perchè è stato lo slogan giusto al momento giusto e in uno scenario favorevole; scenario che ora è profondamente differente. E’ altresì probabile che il rinnovo del marchio registrato sia solo teso a fermare i competitor dall’utilizzo “improprio” dello slogan.
Fonte: CultOfMac
Link all’articolo originale: Apple vuole tenere vivo lo slogan Think Different?

Source

Tag:

Dopo il concept su iPhone 7 widescreen, eccone uno dedicato al “centro di controllo” di iOS 10

29 febbraio 2016 Nessun commento

Giusto qualche giorno fa abbiamo individuato su YouTube il video di un concept molto interessante riguardante un iPhone 7 widescreen, argomento di dibattito che ha coinvolto molti di voi sia nel relativo articolo, sia su Instagram. Oggi, invece, vogliamo proporvi un’altra interessante idea che riguarda in particolare il control center di iOS. Nuove ed interessanti funzioni che potrebbero estenderne le caratteristiche.

Il Control Center è stato molto gradito dagli utenti iOS. Dalla sua introduzione, gli ingegneri Apple sono alla continua ricerca su come migliorare ed espanderne le funzionalità. Non solo gli uomini e le donne Apple, ma anche semplici appassionati hanno grandi progetti in mente e molti di questi vengono pubblicati periodicamente sul web, tra cui il recente video pubblicato su YouTube:

Il concept Control Center di oggi diventa compatibile con il 3D Touch. L’idea arriva da designer britannico Sam Beckett, un video molto curato, con idee interessanti e che speriamo Apple possa prendere spunto per i futuri aggiornamenti. Il video mostra come espandere le funzionalità del centro di controllo di iOS, modificarne e personalizzarne le impostazioni, organizzare le icone in base alle proprie esigenze e tanto altro ancora.
Non sono idee folli, tutte funzioni che –in teoria– potrebbero essere applicate. Non ci resta che attendere il nuovo iOS, ma nel frattempo possiamo goderci video come questi.
via – theverge.com
Link all’articolo originale: Dopo il concept su iPhone 7 widescreen, eccone uno dedicato al “centro di controllo” di iOS 10

Source

Tag:

Nuovi spot pubblicitari di Microsoft per Windows 10: “Tutto quello che il Mac non può fare”

29 febbraio 2016 Nessun commento

Microsoft ha da poco pubblicato una serie di nuovi spot pubblicitari riguardanti Windows 10 e “ciò che i Mac non possono fare”.

Ognuno degli ad ha come oggetto una funzione che il Mac non può svolgere.
Le protagoniste sono due “vere persone con vere opinioni” (esplicitamente indicato nei video), Kristie e Jess, che espongono diverse modalità in cui Windows 10 le aiuta ad insegnare il mondo microscopico ai bambini. Vengono esaltate le capacità di Windows 10 di supportare gli schermi touch per disegnare e prendere appunti, la disponibilità di Cortana e lo sblocco dei dispositivi tramite il riconoscimento facciale. La frase “questo non ce l’ho sul mio Mac” è ricorrente in questi spot.
Alcune di queste funzionalità, come l’integrazione di Siri in OS X, arriveranno probabilmente con il prossimo aggiornamento dell’OS di Cupertino. Altre invece, come lo sblocco facciale, difficilmente saranno sviluppate da Apple (principalmente per motivi di privacy, argomento molto delicato soprattutto in quest’ultimo periodo).
Ecco i 4 nuovi ad: buona visione!

[via]
Link all’articolo originale: Nuovi spot pubblicitari di Microsoft per Windows 10: “Tutto quello che il Mac non può fare”

Source

Tag: