Home > Iphone > Giudice nega Class Action contro Apple

Giudice nega Class Action contro Apple

Alcuni mesi fa, un gruppo di utenti degli Stati Uniti ha presentato una Class Action contro Apple, rea di non offrire prodotti “nuovi o equivalenti al nuovo” per la sostituzione dei dispositivi sotto copertura AppleCare +.

Il caso è stato presentato il 18 luglio alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti, nel distretto settentrionale della California, a nome di Joanne McRight, una donna il cui padre acquistò un iPhone 5 con AppleCare+ inclusa presso un Apple Store del Texas nel 2012. Pochi mesi dopo l’acquisto, lo schermo dell’iPhone si ruppe a seguito di una caduta e McRight pagò 49$ per la sostituzione derivante da danno accidentale, come previsto dall’AppleCare+.
Successivamente, anche nel maggio del 2014 l’iPhone cadde con conseguente rottura dello schermo, e anche in quell’occasione l’uomo pagò i 49$ per la sostituzione. Gli avvocati di McRight hanno però accusato Apple per il fatto che nessuno dei dispositivi dati in sostituzione era nuovo o “equivalente al nuovo”, come invece previsto dall’AppleCare+. In particolare, gli avvocati sostengono che siano invece stati forniti iPhone rigenerati. Lo stesso è avvenuto nel luglio del 2015 con un iPhone 6 sostituito per schermo rotto con un iPhone considerato rigenerato.
Il giudice ha ritenuto non sufficiente la tesi della Class Action, definendo l’avvocato dell’accusa un “incompetente”.
Link all’articolo originale: Giudice nega Class Action contro Apple

Source

Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...