Home > Iphone > L’iPhone e il mercato dei cellulari nel Q1: 5% dei volumi, 20% dei ricavi, 55% di profitto

L’iPhone e il mercato dei cellulari nel Q1: 5% dei volumi, 20% dei ricavi, 55% di profitto

Che l’iPhone continui ad essere un grande successo a livello di profitti generati, non è una novità, ma i dati rivelati dall’ultimo studio di Asymco sono davvero sbalorditivi. Andiamo ad analizzarli insieme.

Questo studio di concentra sugli otto più importanti venditori sul mercato americano e ne analizza le performance di mercato negli ultimi tre anni. Il grafico qui sopra rappresenta la crescita del  margine operativo con tra indici diversi: tre anni aggregati (blu), crescita anno su anno (verde) e crescita sequenziale (giallo). In questa valutazione la fanno da padrona Apple (con una migliore crescita aggregata grazie al boom del primo iPhone) e HTC (che mostra una più costante crescita anno su anno).

Rompendo il grafico sopra riportato per mostrare l’andamento della singola azienda nel tempo, possiamo notare come il margine operativo di Apple abbia raggiunto dei livelli non paragonabili con la concorrenza. Questo è sintomo della bravura della casa di Cupertino a generare continuamente ricchezza grazie alla sua gestione operativa.

Il mercato della telefonia mobile non perdona il minimo errore di gestione. Storicamente, società che non generano più profitto, non riescono a rialzarsi e devono ricorrere a fusioni per evitare di uscire dal mercato. Questo è stato vero per società come: Ericsson, Siemens, Alcatel, BenQ, Palm, Sony, Toshiba, Handspring, NEC, Hitachi e Casio.

Anche altri come LG, MMI e Sony Ericsson si trovano in una posizione precaria e insieme con Nokia sono da ritenersi osservati speciali nei prossimi trimestri fiscali.

Parliamo ora dell’andamento dei profitti. Il grafico seguente si legge praticamente da solo.

Mentre società come RIM, Samsung e HTC hanno mantenuto più o meno stabile nel tempo la propria fetta di profitti, possiamo notare come invece Nokia ed Apple si siano completamente invertiti i ruoli. Questo dato però non rappresenta tutta la storia; dobbiamo analizzare nel dettaglio i numeri per capire l’entità di tale inversione.

Tre anni fa Nokia deteneva il 47% dei profitti per un totale di $2.35 miliardi, oggi Apple detiene il 57% dei profitti per un totale di $5.23 miliardi, ovvero più del doppio con “solo” un aumento percentuale del 10% su quanto fatto da Nokia in precedenza.

Infine chiudiamo l’analisi con la classifica dei primi otto venditori di cellulari ordinati per quota di profitti nel mercato.

essay examples

Non ci stupisce più di tanto trovare Apple al primo posto, che si dimostra essere una società in piena salute e con saldamente in mano le redini del mercato.

Via | Asymco

Tag:
  1. Nessun commento ancora...